Da sinistra Rucco, Zocca, Parolin

L’ampliamento del sistema di videosorveglianza a Ponte degli Angeli, Santa Lucia e zona Eretenio si farà. L’amministrazione, infatti, ha deciso per una variazione di bilancio che consente di destinare a questo progetto 100 mila euro prelevati dall’avanzo di amministrazione riservato agli investimenti.

L’operazione è stata illustrata questa mattina dal sindaco Francesco Rucco, dall’assessore al bilancio Marco Zocca e dal comandante della polizia locale Massimo Parolin.

“Ampliare il sistema di videosorveglianza – ha spiegato il sindaco Francesco Rucco –era una priorità dell’amministrazione, per dare risposta alla richiesta di maggiore sicurezza proveniente dai cittadini e consentire alle forze di polizia di intervenire tempestivamente. Per finanziare le nove telecamere di Ponte degli Angeli, Santa Lucia e zona Eretenio avevamo partecipato ad un bando nazionale da cui siamo rimasti esclusi e, vista l’importanza e il ruolo strategico di questi strumenti, abbiamo deciso di utilizzare 100 mila euro dall’avanzo di amministrazione, grazie ad una variazione di bilancio che porteremo in giunta domani. Nella stessa variazione di bilancio recepiamo anche 31 mila euro di contributi statali ottenuti dal Comune per la realizzazione di un progetto di prevenzione e contrasto del micro spaccio di sostanze stupefacenti, che consentirà di implementare le dotazioni operative del distaccamento di Campo Marzo della polizia locale”.

Le telecamere individuate dal progetto sono nove: sei nel tracciato da ponte degli Angeli a porta Santa Lucia e borgo Santa Lucia e tre nel tracciato da viale Eretenio a ponte Furo e piazzetta San Giuseppe.

Per cofinanziare il loro acquisto nei mesi scorsi il Comune aveva concorso a un bando del ministero dell’Interno, ma, pur entrando in graduatoria, il progetto non si è classificato in posizione utile per accedere ai fondi.

Di qui la decisione dell’amministrazione di procedere comunque alla realizzazione dell’intervento, considerato strategico per la sicurezza urbana, attingendo 100 mila euro dall’avanzo di amministrazione destinato agli investimenti che quest’anno è particolarmente cospicuo, grazie alle economie di spesa recuperate su vecchi mutui dei lavori pubblici per 2,1 milioni di euro.

Le nove nuove telecamere saranno di tipo “dome”, in grado di monitorare l’area a 360 gradi e orientabili da remoto. Permetteranno di video-sorvegliare, attraverso la fibra ottica o via radio, tutto il percorso che va da Ponte degli Angeli a Porta Santa Lucia-Borgo Santa Lucia e quello tra viale Eretenio, Ponte Furo e piazzetta San Giuseppe.

Sistema di videosorveglianza cittadina

Ad oggi sono 113 le telecamere del sistema di videosorveglianza comunale, integrato e condiviso con la Centrale Operativa della Questura di Vicenza e con il Comando Provinciale dei Carabinieri di Vicenza.

Il sistema permette di monitorare gran parte del centro storico della città, compresi la zona di viale Milano e viale Torino, il piazzale della stazione ferroviaria e l’adiacente area verde di Campo Marzo.

Negli ultimi anni alcuni privati, inoltre, hanno installato, e successivamente donato al patrimonio comunale, telecamere a copertura di specifiche aree del territorio, quali l’area verde di Parco Fornaci, la zona centrale di viale Roma e la direttrice ovest di Viale Verona.

Altre zone sensibili del territorio sono state oggetto di implementazioni dell’impianto, quali, ad esempio, l’area del santuario di Monte Berico e di parco Querini (lato fiume Bacchiglione).

Nel 2021 sono stati implementati ulteriori punti di videosorveglianza, con posizionamento di telecamere in corrispondenza dell’ingresso dei plessi scolastici Fusinieri e Piovene, oltre che in punti di aggregazione giovanile (stazione autobus Società Vicentina Trasporti), il tutto realizzato anche grazie alla contribuzione statale sui fondi 2019, come previsto all’interno del progetto “ScuoleSicure” anno 2019-2020, per il contrasto del fenomeno del microspaccio di sostanze stupefacenti in aree ad alta densità giovanile.

Il Comune di Vicenza sta inoltre dando attuazione alla realizzazione di un sistema di videosorveglianza basato su telecamere per la lettura ed il riconoscimento delle targhe dei veicoli in transito, con lo scopo di monitorare le principali vie di accesso al territorio comunale.

In queste settimane è in corso l’installazione dei primi tre portali in Riviera Berica (all’altezza del passaggio pedonale vicino alla Rotonda), in strada Marosticana (vicino al centro commerciale Schiavotto) e in viale Trieste, alla rotatoria con viale Fiume.
Per l’acquisto, il posizionamento e il collegamento di questi tre targa system la Regione del Veneto ha concesso un finanziamento di 30.193 euro a cui il Comune ha aggiunto 38.737 euro per un totale di 68.930 euro.
Nel frattempo l’amministrazione comunale ha deciso di implementare la rete, dotandosi di altri tre impianti da collocare in viale della Scienza, a Ponte Alto e in viale della Pace.
Per questi ulteriori portali nei giorni scorsi la Regione ha concesso un nuovo finanziamento di 45.774 euro a cui il Comune aggiunge 60 mila euro per un totale di 105.774 euro.

——
Fonte: 100 mila euro per le nove telecamere di ponte degli Angeli, Santa Lucia e zona Eretenio , Comune di Vicenza

Qui tutti i comunicati ufficiali del Comune di Vicenza https://www.vipiu.it/leggi/category/cronaca/comunicati-comune-di-vicenza/