33° Festival Nazionale “Maschera d’Oro”, domani sera all’Olimpico la compagnia vincitrice

249
maschera d'Oro, i vincitori all'Olimpico
"Il raccolto", spettacolo vincitore della Maschera d'Oro 2024 in scena domani sera al teatro Olimpico

Il 23 marzo scorso al teatro San Marco di Vicenza si è chiusa la 33a edizione del Festival nazionale del teatro amatoriale “Maschera d’Oro”, con dei vincitori delle diverse sezioni, e domani sera al Teatro Olimpico andrà in scena l’atto conclusivo della kermesse; la compagnia vincitrice potrà calcare il palco del più antico teatro coperto del mondo, proponendo la piece vincente e ricevendo dal presidente di Confartigianato Imprese Vicenza, Gianluca Cavion, il Premio Faber Teatro, giunto alla 27° edizione.

A vincere la Maschera d’Oro per il miglior spettacolo è stata quest’anno la compagnia di Imperia “I Cattivi di cuore” che ha presentato “Il raccolto”, con la regia di Gino Brusco. Il testo è stato scritto da Giorgia Brusco che sul palcoscenico veste i panni di una delle due sorelle protagoniste (l’altra è interpretata da Chiara Giribaldi), ed ha vinto nel 2019 il premio per la drammaturgia “Antonio Conti”.

Il racconto è quello di due sorelle cresciute all’ombra di una madre tanto ingombrante quanto anaffettiva: Beatrice, la maggiore, seria e giudiziosa è rassegnata ad una vita di sacrificio e doveri; Anna, la minore, è decisa a vivere una vita diversa, incurante del giudizio altrui e del dolore che le sue scelte possono causare. Allontanatesi per diversi anni, le due sorelle si ritroveranno alla morte della madre. La piece teatrale offre uno spaccato di vita reale, toccando temi come l’assistenza agli anziani, l’eutanasia e la libertà individuale.

La compagnia “I Cattivi di Cuore” è attiva dal 1995 e non è nuova ad esperienze alla Maschera d’Oro, festival che ha vinto anche nel 2012.

Il Festival nazionale “Maschera d’Oro” è organizzato da Fita Veneto con il sostegno della Regione, e di Provincia, Comune e Confartigianato Imprese Vicenza, con il patrocinio, tra gli altri, del Ministero della Cultura.