Agenti Polizia locale feriti e taglio salari dipendenti comunali, per CUB, CSA E UGL giunta di Vicenza è lontana dai problemi dei lavoratori

776
CUB CSA UGL a tutela degli agenti di Polizia locale di Vicenza
CUB CSA UGL a tutela degli agenti di Polizia locale di Vicenza

La giunta di Vicenza, sostengono i sindacalisti Maria Teresa Turetta (CUB Vicenza), Giancarlo Chemello (CSA Vicenza) e Fabio Martini (UGL Vicenza), “ha chiesto di ridurre gli stipendi dei dipendenti comunali a vantaggio dei funzionari apicali nonostante questi ultimi godano di emolumenti già notevolmente elevati; è una decisione che sta destando rabbia e insoddisfazione all’interno del comune di Vicenza“.

Questa riduzione di risorse, evidenziano CUB, CSA e UGL, “colpisce direttamente  tutti coloro che svolgono quotidianamente il proprio lavoro anche con mansioni pericolose e complesse. il caso del recente e gravissimo episodio avvenuto il 5 dicembre scorso,  che ha visto protagonisti due agenti della Polizia Locale feriti per fermare un rapinatore. Il soggetto arrestato, tra l’altro, risulta privo di capacità risarcitoria pertanto le spese mediche e i danni subiti dagli agenti saranno a loro esclusivo carico“.
Il sindaco e la giunta con la scelta di ridurre il salario accessorio dei dipendenti per darlo a chi già gode di stipendi elevati offendono la dignità di chi quotidianamente manda avanti i servizi comunali spesso mettendo a rischio la propria incolumità, come nel caso occorso ai due vigili“”, insistono Turetta, Chemello e Martini, che concludono così: “Esprimiamo vicinanza e solidarietà ai due colleghi feriti; ci attiveremo con una  cassa di solidarietà a supporto delle loro spese mediche, anche per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle condizioni di lavoro di chi quotidianamente garantisce servizi di qualità alla cittadinanza, ciò al fine di dare contestualmente un messaggio molto chiaro all’attuale giunta: la vera solidarietà agli agenti e a tutti gli altri dipendenti comunali si concretizza con i fatti non con le chiacchiere patinate“.
Ringrazio gli agenti della polizia locale di Vicenzaera stato il commento del sindaco Giacomo Possamai – che il 5 dicembre sono riusciti ad intervenire prontamente per riportare sicurezza e legalità dopo un brutto episodio di criminalità. L’immediatezza con cui sono entrati in azione è anche frutto dell’intensificazione dei servizi nel territorio. Questa amministrazione sarà sempre pronta a investire nella sicurezza. Il vigile di quartiere, le nuove assunzioni e tutto ciò che riusciremo a fare nei prossimi mesi va proprio nella direzione di aumentare il livello di legalità dei nostri quartieri e della nostra città“.
Naclerio e Conte, capo gruppo e consigliere comunale di FdI, avevano, di converso, dichiarato che “la sicurezza degli agenti è stata compromessa dall’impossibilità di avere degli strumenti che possano aiutarli nel loro compito. Avevamo proposto in Consiglio Comunale, l’uso da parte della Polizia Locale del taser. Uno strumento che non serve solo a fermare l’aggressore, serve a difendere chi lo usa. Fondamentale per evitare il contatto diretto con la persona che si deve fermare, eliminando il rischio di essere colpiti e feriti. Una soluzione troppo lontana dagli orizzonti visivi del centrosinistra, che l’ha bocciata. Colpevolmente“.
CUB Vicenza                             CSA Vicenza                   UGL Vicenza
Maria Teresa Turetta                 Giancarlo Chemello          Fabio Martini