Anche quest’anno è stata confermata la possibilità per i contribuenti di destinare il 5 per mille delle trattenute Irpef alle attività sociali del proprio Comune.

Aiutaci ad aiutare Vicenza!” è la campagna avviata dall’amministrazione comunale di Vicenza per promuovere la scelta di devolvere il 5 per mille ai servizi sociali, firmando nella fase di compilazione della dichiarazione dei redditi l’apposito riquadro dove è riportata la scritta “sostegno delle attività svolte dal Comune di residenza”.

La scelta di destinare il 5 per mille – spiega l’assessore alle politiche sociali Matteo Tosetto – non comporta maggiore spesa a carico del contribuente e non è alternativa alla scelta della destinazione dell’8 o del 2 per mille: entrambe possono essere espresse contemporaneamente. Anche quest’anno decidere di sostenere i servizi sociali del Comune è di fondamentale importanza. Visto il perdurare dell’emergenza sanitaria ed economica è infatti in costante aumento il numero delle famiglie in difficoltà, a favore delle quali intervengono i servizi sociali. Per questo motivo il nostro invito a ciascuno è “Aiutaci ad aiutare Vicenza!””.

Nel 2020 le risorse ricevute dall’assessorato al sociale grazie al 5 per mille sono state pari a 49 mila euro, corrispondenti a 1.510 scelte relative all’anno finanziario 2018. A queste si sono aggiunti 47 mila euro, derivanti da 1.413 scelte per l’anno finanziario 2019, la cui erogazione è stata anticipata di un anno per effetto del Covid-19.

Per destinare il 5 per mille è necessario utilizzare il modulo allegato alla Certificazione Unica o al modello 730 o al modello Redditi PF (ex Unico persone fisiche) e firmare nel riquadro, senza alcuna identificazione del Comune, dove è riportata la scritta: “sostegno delle attività sociali svolte dal Comune di residenza”.

I contribuenti che non presentano il 730 possono destinare il 5 per mille solo se nella certificazione unica sono indicate ritenute Irpef. In questo caso la scheda va presentata in busta chiusa con la scritta “scelta per la destinazione dell’otto e del cinque per mille dell’Irpef” e indicando il codice fiscale, il cognome e nome del contribuente.

La scelta va effettuata entro lo stesso termine di scadenza previsto per la presentazione della denuncia dei redditi.

Per informazioni più dettagliate, è possibile consultare la specifica scheda informativa sul sito del Comune di Vicenza.