Al via “Cortili aperti” in Bertoliana tra arte, cultura e natura. Galla: «Contra’ Riale diventa cuore pulsante del sapere e della socialità»

245
Biblioteca Bertoliana, cortili aperti

Partirà il 4 luglio “Cortili aperti. Per incontrarsi” il nuovo progetto della Biblioteca Bertoliana di Vicenza per invitare i cittadini a incontrarsi nei suoi spazi all’aperto. Dopo l’apertura, un anno fa, del portone al civico 12, che ha consentito a vicentini e turisti di godere fino a sera del cortile di palazzo Cordellina, quest’anno la Bertoliana punta a valorizzare anche gli spazi all’aperto della sede storica di palazzo San Giacomo al civico 5 e della sede di pubblica lettura di palazzo Costantini al civico 13. Un triangolo di “piazze del sapere” incastonato tra corso Palladio, corso Fogazzaro e contra’ Porti, che accoglierà i vicentini proponendo diverse modalità di fare cultura: il cortile di palazzo Cordellina con il suo sontuoso colonnato, le sue panchine d’artista, le piante e il palco estivo sarà lo spazio perfetto per eventi e per la lettura; il salotto en plein air del suggestivo chiostro di palazzo San Giacomo, con la sua vera da pozzo, sarà il posto giusto per la lettura e il relax; infine il cortile di palazzo Costantini sarà dedicato ad attività pensate soprattutto per le famiglie e i bambini. Al centro delle tre sedi l’area verde della fontana, uno spazio a cavallo tra arte e natura, che verrà presto riqualificata per trasformarsi a sua volta in un altro cortile aperto alla cittadinanza.

«Contra’ Riale – sottolinea Alberto Galla, presidente della Bertoliana – vuole trasformarsi in un centro civico, fatto di cortili aperti, appunto, tra cultura, arte e natura, per favorire e stimolare la lettura, lo scambio di saperi, la socialità. Non solo quindi abbiamo previsto interventi di riqualificazione del verde e degli arredi esistenti, al fine di rendere gli spazi confortevoli e invitanti, ma abbiamo anche pensato al coinvolgimento di associazioni e soggetti interessati, e soprattutto dei più giovani: non vogliamo che l’iniziativa sia un progetto calato dall’alto, ma che sia anzi il punto di partenza di un processo condiviso e partecipato».

Di qui la collaborazione avviata di recente con il liceo artistico “Canova”, grazie all’impegno della consigliera del Cda della Biblioteca Alessandra Lanaro: alcuni gruppi di studenti, affiancati dai loro professori, hanno lavorato ad alcune proposte di immagine coordinata per dare un’identità visiva all’iniziativa. Complete di idea, sviluppo grafico, claim e logo, le proposte sono state alla fine vagliate dal Cda dell’istituzione culturale, che ha scelto quella ritenuta migliore, per spenderla da subito nei materiali grafici degli appuntamenti all’aperto della Bertoliana. La collaborazione tra la civica e il Canova ha dato inoltre la possibilità ai ragazzi dell’indirizzo “Arti figurative” di allestire a palazzo Cordellina una mostra di modelli anatomici in 3D, illustrazioni grafiche e altre risorse visive, frutto dello studio del corpo umano.

Ancora, per favorire la frequentazione e per arrivare alla familiarità con i “cortili aperti”, è stato messo a punto per luglio un cartellone di eventi gratuiti, tra concerti, presentazioni di libri, letture e laboratori per bambini. La maggior parte della programmazione sarà ospitata nel giardino interno di palazzo Cordellina – arricchito di recente da un centinaio di sedie dei colori senape, ottanio e agave, grazie ad una donazione dell’associazione “Amici della Bertoliana”.

Si comincia giovedì 4 luglio con un doppio appuntamento: al mattino laboratori didattici di sostenibilità ambientale (Un mare di plastica) organizzati in collaborazione con Inner Wheel-Club di Vicenza per bimbe/i dai 6 ai 10 anni (per prenotare uno dei 25 posti disponibili per turno scrivere a consulenza.bertoliana@comune.vicenza.it); la sera invece, alle 20.45, lo spettacolo di musica, letture e danza “Donne sotto lo stesso cielo” con il coro femminile CantAmarilli.

Lunedì 8 luglio alle 19 è in programma un secondo concerto, dal titolo “Emily songs”, ispirato dalle poesie di Emily Dickinson.

Mercoledì 10 luglio sempre alle 19 sarà la volta della presentazione del libro “L’invenzione dell’Occidente” di Alessandro Vanoli, che dialogherà con lo scrittore Alessandro Marzo Magno; mentre l’indomani mattina, giovedì 11 luglio, è in programma la seconda tranche di laboratori didattici, stavolta per bimbe/i dagli 8 ai 10 anni, dedicati alla Botanica (sempre su prenotazione scrivendo a consulenza.bertoliana@comune.vicenza.it).

Giovedì 18 luglio alle 19 verrà presentato il libro “Come siamo diventati stupidi” del filosofo Armando Massarenti, che dialogherà con Giuseppe Pellegrini (presidente di Observa Science in Society); martedì 23 luglio alla stessa ora Luca Pollini racconterà, insieme a Nicoletta Martelletto, storia, decadenza e rinascita della rivista “Re Nudo”, il primo magazine underground italiano.

La programmazione di luglio di “Cortili aperti” si concluderà mercoledì 24 luglio alle 19 con il concerto jazz “Organ Ethic Feat”.

Qui tutti i comunicati ufficiali del Comune di Vicenza