Ha cercato di passare l’esame per la patente a Vicenza aiutato da un esterno tramite microcamera e auricolare, ma è stato scoperto e denunciato.

Il fatto si riferisce al 4 luglio scorso quando una pattuglia del nucleo polizia stradale della polizia locale di Vicenza si è recata alla motorizzazione civile su richiesta di un’esaminatrice, insospettita dal comportamento di G.N.L., 38 anni, impegnato nell’esame teorico per il conseguimento della patente B.

Perquisito, l’uomo è risultato nascondere sotto la maglia un kit composto da una microcamera con antenna, un modem e una batteria, fissati al corpo con nastro adesivo, oltre che un micro auricolare inserito nell’orecchio.

Gli agenti hanno accertato che, tramite l’ingegnoso sistema, il candidato riusciva a riprendere i quesiti e inviarli via bluetooth a una seconda persona che gli suggeriva le risposte attraverso l’auricolare.

Il kit è stato sequestrato e l’uomo è stato accompagnato in comando dove è stato fotosegnalato e denunciato per aver presentato come propri lavori opera di altri in un esame prescritto dall’autorità. Si tratta di un reato di natura penale, punito con la reclusione da tre mesi ad un anno.

 

——
Fonte: All’esame per la patente con microcamera e auricolare , Comune di Vicenza

Qui tutti i comunicati ufficiali del Comune di Vicenza