Senza le due palleggiatrici Florencia Ferraro e Sonia Galazzo e con la 2004 Nicol Del Federico in cabina di regia la squadra Anthea Vicenza Volley di Ivan Iosi prolunga l’imbattibilità casalinga stagionale
E’ un’Anthea Vicenza Volley più forte della sfortuna e dal cuore d’oro quella che prolunga l’imbattibilità casalinga stagionale grazie al 3-2  centrato contro la Desi Shipping Akademia Messina.
La squadra di Ivan Iosi si è trovata a fare i conti con una situazione d’emergenza concentrata nel reparto palleggiatrici: a Florencia Ferraro si è infatti aggiunta l’indisponibilità della vigilia di Sonia Galazzo (problema addominale). Così, in cabina di regia è stata schierata la giovanissima Nicol Del Federico, classe 2004 (figlia d’arte di papà Horacio e cresciuta in biancorosso), brava a non tradire l’emozione. Ancora una volta, Vicenza ha espresso la forza del collettivo, trascinata dalla schiacciatrice Jessica Panucci, mvp di giornata con 17 punti e un eccellente 68% di positività in attacco. Top scorer, l’opposta Julia Kavalenka con 22 punti, mentre il fatturato centrale ha prodotto 19 punti spalmati tra Lisa Cheli (12) e Alice Farina (7). In doppia cifra anche l’altra banda Dessaa Legros (13), mentre Silvia Formaggio ha strappato applausi in seconda linea con difese mozzafiato. Positivi anche gli ingressi dalla panchina di Chiara Groff e Gaia Munaron, quest’ultima a segno in battuta nella quarta frazione.
Padrona del match nei primi due set, Vicenza ha dovuto fare i conti con il ritorno delle siciliane che hanno vinto la terza frazione. Emozionante il quarto parziale, dove l’Anthea era avanti 20-14 prima di cedere 23-25 ed essre trascinata al tie break dove però ha reagito con freddezza e orgoglio chiudendo 15-9.
LA PARTITA – L’Anthea Vicenza Volley si schiera con Del Federico in palleggio, Kavalenka opposta, Panucci e Legros in banda, Cheli e Farina al centro e Formaggio libero.
L’avvio è equilibrato (4-4), con la squadra di Iosi che piazza il break con Cheli e Panucci sul turno in battuta di Kavalenka. Messina risponde con Mearini, che firma attacco ed ace del -1 (10-9). Il pareggio arriva con Ebatombo in contrattacco, con le due squadre che si affidano principalmente alle proprie opposte (12-11). Martilotti confeziona il sorpasso (12-13), poi regala il +1 berico attaccando out in diagonale (15-14). Il ping pong nel punteggio prosegue (15-17, time out Iosi), con Nicole Del Federico che trova il muro del 17-17. Altro muro, questa volta, di Alice Farina per il +1 biancorosso (time out Breviglieri); la centrale piemontese di Vicenza è la protagonista del 20-18 e anche del muro del 22-19 sul servizio della nuova entrata Ottino. Breviglieri ferma il gioco, ma non Vicenza che chiude 25-21 con Cheli sul servizio di Kavalenka.
L’Anthea riparte forte anche nel secondo set, sfruttando l’ace di Del Federico e i potenti contrattacchi di Kavalenka (4-0). Cambio in regia tra le siciliane (Brandi per Muzi), ma arriva un errore ospite per il +5. Breviglieri stoppa il gioco, ma la corsa dell’Anthea prosegue sul turno in battuta di Farina (9-3). Cambi tra le ospiti, anche se Vicenza si esalta con i due muri di Cheli e con l’ace di Kavalenka (13-5). Dentro Groff in prima linea per le locali e subito a segno, imitata da Panucci in battuta (ace del 16-7). Vicenza non ha balbettamenti, con Legros sugli scudi (21-10), involandosi agevolmente verso il 25-13 e il 2-0 con ace di Panucci.
Nel terzo set, Messina riesce finalmente a sbloccarsi, partendo forte (0-4). Vicenza sbaglia qualcosa, la Desi Shipping Akademia prende fiducia e vola sul 4-9 con l’ace di Ebatombo. Time out Iosi, ma Silotto trova la difesa punto dal tunnel dopo l’ennesimo salvataggio di Faraone (5-11). L’Anthea prova a rimanere in carreggiata (12-16, time out Breviglieri), ma riscivola sotto (errore di Kavalenka per il 12-18). Altro tentativo locale (14-18), poi Ebatombo trova l’ace del 14-20. Sosta-Iosi, Kavalenka firma il muro del 17-21, con l’opposta portoghese a segno anche per il 19-22. Time out Breviglieri, poi Messina riapre l’incontro: 19-25.
Il quarto set vede Vicenza ripartire meglio, allungando 3-0 con il muro di Legros. Out Ebatombo per il 5-1 tra le proteste ospiti, poi la Desi Shipping Akademia risponde con la centrale Mearini sulla battuta di Martilotti (6-5). Out il pallonetto di Kavalenka (6-6), poi la riscossa biancorossa porta il nome di Jessica Panucci (due punti per l’8-6).  Ebatombo trova l’ace della parità a quota nove, con il duello che resta serrato (12-12). Entra la giovane Gaia Munaron e griffa l’ace del 15-13. Altro mattoncino biancorosso (16-13, time out biancorosso), poi Kavalenka stoppa l’opposta ospite per il +4. Ancora Julia, con un ace angolato che vale il 19-14. Time out Breviglieri, ma l’Anthea taglia subito il traguardo intermedio dei 20. Le siciliane non mollano l’osso (20-16, time out Iosi), trovano anche il -2- (21-19). Legros spara out (22-21, time out Iosi), Varaldo firma l’ace della parità a quota 22, Martilotti il muro del sorpasso (22-23). Si arriva in volata, Composto trova l’attacco del 23-24, poi propizia in battuta il punto che vale il tie break (23-25).
La beffa non scoraggia l’Anthea, che riparte avanti nel tie break trovando il 3-0 con il muro di Kavalenka. Ebatombo pesta la linea dei tre metri (5-1, time out Breviglieri), Formaggio difende e Panucci trova la parallela al bacio per il +5 (6-1).  Messina non molla la presa (7-4), anche se Vicenza cambia campo in vantaggio di quattro lunghezze. Un errore di Kavalenka sancisce il 9-6, con il gap che si dilata sull’attacco out di Composto (11-6). Time out Breviglieri, Legros mettere a terra il pallone del 12-6.  Kavalenka per il 13-7, Composto si riscatta con l’ace del 13-9 (time out), poi Vicenza chiude 15-9.
LE DICHIARAZIONI POST-PARTITA:
Ivan Iosi (tecnico Anthea Vicenza Volley): “Le ragazze hanno compiuto qualcosa di straordinario rendendo fattibile quel che sembrava impossibile e rischia quasi di passare come naturale una vittoria incredibile. Me l’aspettavo? Sì, perché quando lavori sulla compattezza del gruppo nulla è scontato. Non guardiamo il fatto che i punti potessero essere addirittura tre, perché si poteva fare anche molto meno. Alle ragazze avevo chiesto grande attenzione nella fase break per tamponare eventuali naturali difficoltà nel cambiopalla. La squadra ha conquistato una vittoria stupenda”.
Nicol Del Federico (palleggiatrice Anthea Vicenza Volley): “E’ stata un’emozione incredibile, anche perché non giocavo da fine della scorsa stagione causa infortunio e mi allenavo da una settimana con questa squadra. Le ragazze e lo staff mi hanno aiutato tantissimo, sono felicissima anche per la mia famiglia. Abbiamo conquistato una bella vittoria, che resterà sicuramente indelebile nella mia memoria e non solo”.
ANTHEA VICENZA VOLLEY-DESI SHIPPING AKADEMIA MESSINA 3-2
(25-21, 25-13, 19-25, 23-25, 15-9)
ANTHEA VICENZA VOLLEY: Del Federico 3, Legros 13, Farina 7, Kavalenka 22, Panucci 17, Cheli 12, Formaggio (L), Ottino, Groff 1, Munaron 1. N.e.: Ghirini (L), Galazzo, Martinez, Digonzelli. All.: Iosi
DESI SHIPPING AKADEMIA MESSINA: Martilotti 13, Mearini 9, Ebatombo 20, Pertens 3, Composto 9, Muzi 2, Faraone (L), Silotto 4, Varaldo 1, Brandi 1, Ciancio . N.e.: Catania. All.: Breviglieri
ARBITRI: Pasin e Cavicchi
NOTE: Durata set: 26′, 21′, 26′, 29′, 18′ per un totale di 2 ore 13 minuti di gioco
Anthea Vicenza Volley: battute sbagliate 12, ace 6, ricezione positiva 31% (perfetta 14%), attacco 41%, muri 11, errori 31
Desi Shipping Akademia Messina: battute sbagliate 12, ace 6, ricezione positiva 50% (perfetta 28%), attacco 36%, muri 2, errori 31.