Due arresti Carabinieri Marostica e Rosà: 6 mesi a S. Pio X per violazione obblighi assistenza ex moglie, per rapina a Bassano 8 mesi domiciliari

Carabinieri di Rosà
Carabinieri di Rosà (foto di archivio)

Nella serata di ieri 05 agosto 2022, a Rosà (VI) i Carabinieri della locale Stazione (qui altre notizie sui carabinieri, ndr)  hanno tratto in arresto EL GHOUIYAL Aziz 29enne di Rosà, su ordine della Procura della Repubblica di Vicenza, in seguito alla condanna alla pena definitiva di mesi otto di reclusione oltre al pagamento della pena pecuniaria di Euro 200,00 per una rapina risalente  all’anno 2013 a Bassano del Grappa.

In Prato Santa Caterina l’uomo, mediante violenza, si impossessava del cellulare di una ragazza minorenne che poi aveva denunciato il fatto. Al termine delle formalità di rito, lo stesso è stato accompagnato presso la propria abitazione per l’espiazione della pena in regime di detenzione domiciliare.

Nella nottata di oggi, 6 agosto 2022 ad Asiago (VI), i  i Carabinieri della Stazione di Marostica (VI), unitamente ai colleghi del NOR-Sezione Operativa della Compagnia Carabinieri di Bassano del Grappa e della Stazione Carabinieri di Canove (VI), hanno, inoltre, tratto in arresto MARTELLA Andrea, 46enne di Cassola, di fatto domiciliato in Germania, in ottemperanza al decreto di sospensione dell’ordine di esecuzione per la carcerazione e ripristino dell’ordine medesimo emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Vicenza.

L’uomo, rintracciato in centro ad Asiago, è stato associato alla Casa Circondariale di Vicenza, dove dovrà espiare la pena di mesi sei di reclusione, oltre al pagamento della pena pecuniaria di Euro 600,00 per la violazione degli obblighi di assistenza familiare, commessa dal marzo 2015 ad oggi in danno dell’ex coniuge.

* “Si rappresenta che, per il principio della presunzione di innocenza, la colpevolezza delle persone sottoposte ad indagine in relazione alle vicende sopra richiamate sarà definitivamente accertata solo ove intervenga sentenza irrevocabile di condanna”.