Asili nido comunali di Vicenza, ass. Zocca e Tolio: confermata la riduzione delle rette, da settembre diminuzione del 20%

Da sinistra Marcco Zocca e Cristina Tolio
Da sinistra Marcco Zocca e Cristina Tolio
- Pubblicità -

Il nuovo anno educativo degli asili nido comunali si apre con la conferma da parte dell’amministrazione della riduzione delle rette mensili: da settembre a dicembre 2021 la diminuzione prevista sarà del 20% per tutti gli iscritti nelle dieci strutture comunali (lancio alle 15.24, aggiornamento alle 18.38, ndr).

“Oggi in giunta – spiega l’assessore al bilancio Marco Zocca – abbiamo approvato la variazione di bilancio d’urgenza per l’utilizzo del fondo di solidarietà, che ammonta a 903 mila euro. Ne impieghiamo 60 mila a favore della riduzione del 20 % delle rette dei bambini che frequentano gli asili nido comunali, da settembre a dicembre 2021. Prevediamo verso fine settembre una nuova variazione di bilancio più corposa per l’utilizzo del fondo a favore delle famiglie e delle attività produttive, con misure che interesseranno il settore sociale, sportivo, dell’associazionismo, della sicurezza e ancora della scuola. Abbiamo fatto un grosso sforzo per mettere a disposizione queste risorse dei cittadini fino alla fine del 2021, nella speranza che dal 2022 si possa tornare ad una situazione di maggiore normalità”.

“Ancora una volta questa amministrazione investe sui servizi educativi – continua l’assessore all’istruzione Cristina Tolio – dando sicurezza e tranquillità alle famiglie fin dal primo giorno di riapertura, mercoledì primo settembre, degli asili nido. Ricordo che nel precedente anno educativo abbiamo applicato, da gennaio a luglio 2021, la riduzione del 30% delle rette, dando nei mesi difficili della pandemia una boccata d’ossigeno alle famiglie. Una misura di cui abbiamo visto subito i risultati con la copertura di tutti i 424 posti disponibili e con il riconoscimento da parte di genitori e alunni della fiducia verso i nostri servizi. Il Covid purtroppo non è passato e le incertezze sono ancora tante, per questo abbiamo deciso di continuare a sostenere le famiglie con la riduzione del 20 % della tariffa mensile di ciascun utente. E’ un piccolo ma importante passo per accompagnare i cittadini in questo momento critico, non escludiamo, qualora sia necessario e ci siano le condizioni, di proseguire con la riduzione anche da gennaio a luglio 2022”.

La riduzione del 20% sarà applicata alla tariffa pagata da ogni famiglia, calcolata sulla base dell’Isee in corso di validità.

 

-Pubblicità-