AVMAD (Associazione Veneto Malattia di Alzheimer e Demenze degenerative) apre uno sportello informativo a Barbarano Mossano

AVMAD a Barbarano Mossano
AVMAD a Barbarano Mossano

Associazione Veneto Malattia di Alzheimer e Demenze degenerative Onlus (AVMAD)apre uno sportello informativo per aiutare le tante famiglie dei Comuni dell’Area Berica che vivono queste problematiche, Grazie alla importante donazione ricevuta da Collis Veneto Wine Group, che ogni anno destina una donazione nei territori in cui è presente con le proprie cantine, e grazie all’impegno del Comune di Barbarano Mossano, che ha creduto nel progetto proposto tanto da coinvolgere anche l’Associazione Comuni Area Berica, si è arrivati a determinare una collaborazione che aiuterà le famiglie a sentirsi supportati nella loro gestione quotidiana con malati di declino cognitivo.

Dal 2007 AVMAD Onlus lavora a fianco delle Istituzioni per dare risposte a chi , dopo la diagnosi, non sa quale percorso si trova ad affrontare. Dal 2013 gestisce, in convenzione con l’Ulss 8 Berica, I Centri Sollievo ospitando circa 50 malati due volte alla settimana offrendo attività consone per le loro capacità e ai familiari qualche ora di respiro settimanale.

Lo sportello sarà attivo presso gli spazi comunali di Ponte di Barbarano in Piazza Breganzato, 7 presso la Sala Polifunzionale del Comune di Barbarano Mossano e sarà operativo nelle giornate di martedì in orario 16.00 – 19.00 e venerdì in orario 10.00- 13.00 e 15.00 – 18.00. Nella fase di avvio sarà attivo anche il sabato mattina dalle 10.00 alle 12.00 per permettere ai cittadini dell’Area di conoscere da vicino questo nuovo servizio. Le attività si svolgono in prevalenza su su appuntamento chiamando il numero 327 0103950 o scrivendo a [email protected] ma per tutto il mese di febbraio sarà possibile presentarsi direttamente negli orari indicati e, verificata la presenza del possesso di Green Pass, accedere di persona.

Lo sportello ha funzione di orientamento rispetto ai servizi esistenti e di consulenza rispetto alla gestione dei malati a domicilio, durante la primavera saranno poi organizzati anche dei corsi di Psicoeducazione proprio per permettere alle famiglie di acquisire informazioni utili a migliorare la gestione assistenziale migliorando la qualità di vita del nucleo familiare che ne risente positivamente.

“Il Gruppo Collis, che ho l’onore di presiedere, è profondamente legato ai territori che comprendono 2000 soci viticultori e, con loro, agli Enti e alle Istituzioni che si adoperano per portare un contributo concreto e un supporto solidale alle persone e alle famiglie in difficoltà. Si chiama responsabilità sociale di impresa, un approccio al lavoro e al mercato che considera, valorizza e tutela la comunità locale come preziosa fonte di risorse che un’azienda può ricevere e restituire. Siamo felici di poter dare quest’anno il nostro contributo all’Associazione AVMAD, orgoglio vicentino e punto di riferimento per la gestione delle malattie da declino cognitivo e prezioso supporto per il rispetto dell’essenza e della dignità dell’individuo” sono le parole del Presidente del Gruppo Collis il dott. Pietro Zambon.

L’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Barbarano Mossano Massimo Orso, dichiara come il servizio dello “Sportello Alzheimer” , che si è concretizzato in brevissimo tempo “risponde ad una precisa richiesta del territorio e grazie alle competenze di chi opera con passione in AVMAD e alla sensibilità di un’ importante società consortile come Collis Veneto Wine Group, potrà affiancare e sostenere le famiglie che convivino con il declino cognitivo del proprio familiare.

La collaborazione con ULSS 8 e il patrocinio di IPA Area Berica attribuisce allo Sportello Alzheimer una forte connotazione territoriale extra comunale, puntando ad una potenziale espansione del servizio.
Un ottimo modello di sinergia fra pubblico, privato e associazioni onlus.”

Il Presidente dell’Associazione Comuni dell’Area Berica Eugenio Gonzato, si esprime confermando l’utilità dello sportello : “Alzheimer è una malattia che coglie impreparate le famiglie. I congiunti del malato vivono questo problema con angoscia e solitudine, molto spesso senza alcun strumento formativo o sostegno psicologico. Pertanto l’iniziativa di aprire uno sportello di aiuto alle famiglie mi risulta molto gradita perché all’Area Berica, mancava questo utile servizio così importante per le nostre famiglie. Un grazie pregno di gratitudine ai membri dell’Associazione Veneto Malattia di Alzheimer.”

E’ con grande riconoscenza, dichiara il Presidente AVMAD Ivano Varo, che “ricevo questo contributo con l’onore di avviare un servizio utile a tante famiglie che vivono la malattia nell’isolamento e con l’onere di sviluppare una rete di relazioni nell’area che permetta di mantenere in vita lo sportello anche nei prossimi anni , integrando ulteriori servizi a favore delle famiglie coinvolte.”