Pubblichiamo l’interrogazione sulla necessità di una bike lane (ciclabile, ndr) in via Quadri a firma di Ciro Asproso, consigliere comunale di Coalizione Civica per Vicenza (qui altre sue note su ViPiu.it, ndr).

Premesso che:

Ciro Asproso, consigliere comunale di Coalizione Civica Vicenza
Ciro Asproso, consigliere comunale di Coalizione Civica Vicenza

Nel GdV del 21.2.2022 si dà conto di 450.000 € di fondi statali per la manutenzione straordinaria di via Quadri. Il progetto prevede il rifacimento del manto stradale nel tratto di circa 900 metri di lunghezza, compreso tra la rotatoria di strada di Bertesina e quella di Viale Trieste.

La rete ciclabile della nostra città attorno alla zona interessata comprende tra l’altro: la grande direttrice di Viale Trieste verso Strada Postumia; alcune corsie in Via Chiminelli e, oltre via Quadri – all’interno della zona intorno la sede della Circoscrizione 4 – un tratto più recente tra la rotatoria antistante Parco Città e il cavalcavia di strada Bertesina. Pertanto, nella zona interessata dai lavori risulta mancare una pista ciclabile, in particolare nel tratto compreso tra la rotatoria di viale Trieste e quella di via Quadri antistante Parco Città

Considerato che:

Dopo l’epidemia Covid19 il Governo Italiano ha previsto nuove norme al fine di promuovere la ciclabilità urbana, incluso un dispositivo legislativo utile a facilitare l’istituzione di nuove corsie ciclabili. In particolare sono state regolamentate le “bike lane”, così come indicato nell’articolo 3 comma 1 del Codice della Strada aggiunto dal D.L. 34 del 19 maggio 2020 (art. 229, Decreto Rilancio).

Le “bike lane” sono così definite: “parte longitudinale della carreggiata, posta a destra, delimitata mediante una striscia bianca discontinua, valicabile e ad uso promiscuo, idonea a permettere la circolazione sulle strade urbane dei velocipedi nello stesso senso di marcia degli altri veicoli e contraddistinta dal simbolo del velocipede. La corsia ciclabile è parte della ordinaria corsia veicolare, con destinazione alla circolazione dei velocipedi”. Ricavando una “Bike lane” nel tratto di 400 metri tra la rotatoria di Viale Trieste e quella di Via Quadri si potrebbero ricucire due importanti componenti della ciclabilità urbana.

Tutto ciò Premesso e Considerato si CHIEDE:

 Dopo l’asfaltatura di via Quadri è previsto un intervento a favore della ciclabilità urbana, in particolar modo nel tratto attualmente sprovvisto di servizi dedicati ai velocipedi?

 In caso di risposta negativa, sarebbe possibile implementare una “bike lane” nei 400 metri tra la rotatoria di Viale Trieste e quella di Via Quadri?

Ciro Asproso