Botteghe di corso Fogazzaro contro ZTL, Ciro Asproso: valutare anche i pro con cabina di regia

200
La ZTL in corso Fogazzaro
La ZTL in corso Fogazzaro (foto di Archivio)

E’ di questa mattina – scrive Ciro Asproso, consigliere comunale di Coalizione Civica per Vicenza – la controffensiva dei commercianti contrari alla ZTL in Corso Fogazzaro che, con i loro dati, puntano a palesare il fallimento della chiusura della strada. Ma come si fa a dimostrare che un negoziante chiude per colpa della pedonalizzazione e non, piuttosto, a causa della sua incapacità?

Ricordo che nei giorni precedenti, residenti e commercianti favorevoli alla pedonalizzazione, portavano elementi a suffragio del divieto di transito automobilistico. A chi dare ragione?

Hanno più diritto i negozi “storici” sorti quando le auto erano libere di scorazzare, o quelli più recenti che hanno scelto il Corso proprio perché attratti dall’assenza di traffico veicolare nella zona ZTL? E ancora, vanno tutelati maggiormente i residenti o i titolari degli esercizi commerciali? E chi abita a S. Pio X o a Laghetto perché non dovrebbe avere voce in capitolo sul futuro della sua città?

Infine, se domani i commercianti di C.so Palladio presentassero una petizione per reintrodurre le auto potrebbero contare, a loro volta, su un periodo di sperimentazione?

In tutta Italia, la crisi del commercio è solo uno dei tanti problemi che affliggono i centri storici e non sarà certo la scorciatoia di un ritorno al passato che potrà fornire le soluzioni necessarie. Il tema vero non è tanto la presenza delle auto, quanto la concezione che riteniamo prevalente nell’utilizzo dello spazio pubblico.

Tutto ciò Visto e Considerato si CHIEDE:

  • Se sperimentazione deve essere, perché non introdurre dei miglioramenti senza vanificare il lavoro di abbellimento e valorizzazione di questi anni? Perché non rendere gratuita la prima ora di sosta nel Park Fogazzaro a chi fa acquisti nei negozi dell’omonima via? Perché non sostenere gli esercizi commerciali con apposite agevolazioni tariffarie?
  • Questa Amministrazione ha elaborato un Piano di interventi per il recupero della residenzialità e del commercio? Esiste un progetto di valorizzazione immobiliare dei Palazzi storici dismessi?
  • Perché non si acconsente alla richiesta, trasversale, di congelare la sperimentazione delle auto e non si istituisce una “cabina di regia” che metta a fuoco le tematiche di rilancio del Centro storico?