“La campagna vaccinale antinfluenzale 2022-2023 inizierà in Veneto il 17 ottobre e sarà condotta secondo le indicazioni del Ministero della Salute. Come Regione abbiamo messo a disposizione del sistema sanitario 900 mila dosi di vaccino, che sarà in distribuzione presso tutte le realtà coinvolte nella campagna: ambulatori vaccinali delle Ullss, Medici di Medicina Generale, Pediatri di Libera Scelta e in alcune Farmacie aderenti. Sono anche disponibile seimila dosi (aumentabili) di vaccino in spray nasale per i bambini da 2 a 6 anni”.

Lo comunica l’Assessore alla Sanità, Manuela Lanzarin, dopo che la Direzione Prevenzione ha completato il complesso iter organizzativo per la campagna vaccinale antinfluenzale. La vaccinazione, come sempre, non è obbligatoria ma raccomandata.

“Va peraltro tenuto in considerazione – dicono i tecnici della Prevenzione – che la vaccinazione è la forma più efficace di prevenzione dall’influenza, anche in considerazione del fatto che nelle precedenti stagioni il virus influenzale ha avuto una bassa circolazione e quest’anno potrebbe trovare una popolazione più suscettibile. La campagna ha inoltre lo scopo di proteggere dalle complicanze i soggetti più fragili, evitare che le persone debbano ricorrere ai Pronto Soccorso, supportare la diagnosi con il Covid 19, dati i sintomi simili tra Covid e influenza”.

La vaccinazione antinfluenzale sarà offerta gratuitamente a persone ad alto rischio di complicanze o ricoveri correlati, soggetti da 60 anni in avanti, addetti ai servizi pubblici di interesse collettivo primario e categorie di lavoratori, personale che è a contatto con animali, donatori di sangue, bambini sani nella fascia d’età 6 mesi-6anni.