Cinque aggressioni a Vicenza in sei giorni, senatore Zanettin interroga il ministro Piantedosi per sapere quali interventi intenda attuare

358
Pierantonio Zanettin azionisti truffati dalle banche Riforma Giustizia
Senatore Pierantonio Zanettin

L’11 febbraio 2024, la stampa locale riporta di un aumento delle aggressioni nella città su cui, ci arriva notizia dal firmatario, il senatore vicentino di Forza Italia Pierantonio Zanettin ha presentato un’interrogazione a risposta orale al ministro dell’Interno Matteo Piantedosi:

Da qualche tempo – scrive Pierantonio Zanettin – si moltiplicano le aggressioni violente nella città di Vicenza, soprattutto nelle ore serali e notturne. Quattro solo nell’ultima settimana! Gli episodi si susseguono con una cadenza impressionante, senza precedenti, sia nella periferia, che nel centro storico palladiano. Taluno, probabilmente esagerando, paragona ora il capoluogo berico a Gotham City o al Bronx di New York negli anni 70, ma certamente cittadini e commerciati sono molto allarmati. Le forze dell’ordine di sicuro fanno il possibile, e non si tratta certamente di gettare loro addosso la croce. Ma senza dubbio qualcosa va modificato“.

L’interrogante aggiunge di avere “l’impressione che negli ultimi tempi siano calati gli interventi ad “alto impatto e così il costante controllo del territorio, soprattutto nelle ore notturne” (riferendosi presumibilmente alle attivati del precedente questore Paolo Sartori, qui se ne trova una parte delle stesse, ndr)

Immaginando che ciò sia dovuto alle note, e mai risolte, carenze di organico il senatore  Pierantonio Zanettin osservando che “tuttavia il quadro deteriorato dell’ordine pubblico a Vicenza, impone immediati interventi drastici e risolutiviper garantire la sicurezza dei cittadini”, conclude così la sua interrogazione chiedendo di sapere “Quali interventi di propria competenza l’Amministrazione interrogata intenda assumere per garantire la sicurezza dei cittadini e l’ordine pubblico nella città di Vicenza“. 

Tornando ai fatti di cronaca, da cui è nato l’intervento del politico vicentino e riportati dalla stampa locale, in una sola sera, si sono registrati due nuovi episodi, portando il totale a cinque in sei giorni. Nella prima aggressione, un giovane viene avvicinato da due presunti stranieri mentre preleva denaro da un bancomat. Dopo avergli intimato di consegnare i soldi, lo spruzzano con uno spray al peperoncino e fuggono. La polizia indaga utilizzando le telecamere di sorveglianza.

In un secondo episodio, vicino al cavalcaferrovia di Ferreto de Ferreti, un uomo rifiuta un passaggio e viene minacciato da due individui con un coltello. Sorprendentemente, la vittima, avendo seguito corsi di autodifesa in passato, reagisce mettendo in fuga i malviventi mentre i residenti allertano le forze dell’ordine, Pur se, fortunatamente, non subisce danni fisici o rapine, l’aggredito si chiede cosa sarebbe successo se l’aggressione fosse stata rivolta a una persona meno preparata.

In settimana, poi, si sono registrati altri episodi violenti, tra cui quelli di un giovane aggredito e rapinato in contra’ Vescovado e di uno studente attaccato da una gang a San Marco. Le forze dell’ordine sospettano che gli stessi criminali abbiano commesso questi atti.