Codici: dall’Europa nuove norme sulla riparazione per tutelare i consumatori e l’ambiente

251
Riparazione dispositivi elettronici ed elettrici
Riparazione dispositivi elettronici ed elettrici

Nei giorni scorsi il Parlamento Europeo ha adottato le nuove norme* sul diritto alla riparazione per i consumatori e per l’ambiente. Un’iniziativa importante per i consumatori ma anche per la lotta all’inquinamento. Grazie a questa novità, a cui ha contribuito anche il Beuc di cui l’associazione Codici fa parte, per i consumatori sarà possibile riparare o sostituire i propri dispositivi elettronici.

Cosa cambia

Le nuove regole varate dal Parlamento Europeo puntano, in particolare, a semplificare e rendere conveniente la riparazione, così da ridurre la produzione di rifiuti tecnologici e, di conseguenza, contribuire alla tutela dell’ambiente. Scegliendo la riparazione i consumatori otterranno una garanzia extra di un anno, dall’altro canto il produttore dovrà garantire la disponibilità dei ricambi. Resta da chiarire, però, un aspetto, che è quello del prezzo ragionevole che le aziende dovranno applicare così rendere la riparazione un’alternativa valida. Ciò non sminuisce il valore delle nuove norme che hanno recentemente ottenuto il via libera del Parlamento Europeo, che rappresentano un passo avanti importante.

Ora il voto del Consiglio Europeo sul diritto alla riparazione

La direttiva varata dal Parlamento europeo passerà ora al vaglio del Consiglio Europeo, che è chiamato a votarla. Una volta arrivato il via libera, gli Stati membri avranno due anni di tempo per recepirla nella legislazione nazionale. La strada, dunque, è ancora lunga, ma sicuramente la direzione è quella giusta.

Questo comunicato stampa rientra nell’ambito del progetto Circolo Virtuoso, finanziato dal MIMIT D.M. 6/5/2022 art. 5.


*L’Unione Europea introduce ufficialmente una nuova regolamentazione sul diritto alla riparazione, con l’obiettivo di incoraggiare le persone a riparare i dispositivi rotti e/o malfunzionanti piuttosto che sostituirli. Una delle nuove norme annunciate, infatti, estende di un anno la garanzia di un prodotto che viene riparato quando questa non è ancora scaduta. Anzi, per riuscire a ottenere quello che vuole l’Ue imporrà alle aziende di settore di offrire riparazioni a un prezzo “ragionevole”, in modo che i loro clienti non siano “intenzionalmente scoraggiati” dal far riparare il prodotto. Inoltre, come se non bastasse, la nuova regolamentazione richiederà ai produttori di fornire pezzi di ricambio e strumenti utili alla riparazione, così da renderla decisamente più accessibile.

——
Fonte: Codici: dall’Europa nuove norme sulle riparazioni per tutelare i consumatori e l’ambiente , Codici.org

Qui tutti le notizie di Codici – Centro per il diritto dei cittadini