Museo Naturalistico Archeologico, conferenza su “Coleotteri e api: impollinazione, commensalismo e parassitismo”

141
Al Museo Naturalistico Archeologico conferenza su coleotteri e api
Al Museo Naturalistico Archeologico conferenza su coleotteri e api

La mostra temporanea “Una smodata passione per i coleotteri”, aperta al Museo Naturalistico Archeologico di Vicenza fino al 16 giugno, oltre a suscitare interesse e curiosità nei visitatori del museo, che alla ricchezza delle sue raccolte, aggiunge anche un’esposizione davvero inconsueta per ricchezza e completezza, regala anche interessanti eventi collaterali.

Uno di questi è in programma Venerdì 23 febbraio alle 18, nella sala dei chiostri di Santa Corona, avrà luogo la conferenza “Coleotteri e api: impollinazione, commensalismo e parassitismo”, ad ingresso libero, organizzata da Musei civici in collaborazione con l’Associazione Amici dei Musei Vicenza.

Argomento centrale dell’incontro sono appunto i Coleotteri, che ad oggi, con oltre 350.000 specie, costituiscono il più vasto ordine tra tutti gli organismi viventi sul pianeta, vegetali compresi. Sono insetti particolari, con abitudini alimentari, riproduttive ed ecologiche assai diversificate, e in molti casi la loro storia naturale si incrocia con quella delle api. In alcuni casi per similitudine, dato che diverse specie di coleotteri visitano i fiori e sono dunque impollinatori essi stessi. In altri casi invece i coleotteri hanno abitudini parassitarie e il loro ciclo vitale si svolge a spese proprio di alcune specie di api. Alcune cetonie, caratterizzate da una colorazione nera, entrano negli alveari di ape da miele, per cibarsi delle riserve alimentari di questa ape sociale. Quindi coleotteri e api a volte condividono, in parte, il ruolo ecologico di impollinatori, a volte sono antagonisti.

Il tema sarà approfondito, durante la conferenza al Museo Naturalistico Archeologico, dal naturalista Paolo Fontana, entomologo, apidologo, apicoltore, scrittore e divulgatore, che intratterrà i presenti con la consueta brillantezza, coniugando, con ironia e vivacità, ricerca scientifica e attivismo, nell’ottica della tutela della biodiversità e della sostenibilità.

Paolo Fontana, precedentemente entomologo presso l’Università degli Studi di Padova, dal 2009 è ricercatore presso la Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige (Trento). È presidente di World Biodiversity Association, e membro di società scientifiche, organi tecnici ed accademie. Ha organizzato numerose spedizioni scientifiche in Italia, in Europa e in molti altri paesi e nel corso degli anni ha costituito due cospicue collezioni entomologiche, una di Coleotteri (ora presso il Museo Naturalistico Archeologico di Vicenza) ed una di Ortotteroidei (ora presso la Fondazione Museo Civico di Rovereto). Ha descritto 100 tra nuove specie e generi di artropodi (prevalentemente insetti) e ha pubblicato alcune centinaia di articoli scientifici, tecnici e divulgativi. Ha pubblicato diverse monografie, tra cui Il piacere delle api (prima edizione nel 2017, una edizione ampliata in inglese nel 2019 ed una edizione ulteriormente aggiornata nel 2021). Paolo Fontana è tra gli estensori della Carta di San Michele all’Adige (12 giugno 2018) per la tutela genetica di Apis mellifera e, sempre relativamente a questa specie, della Dichiarazione di Pantelleria (20 maggio 2022) per la salvaguardia delle colonie selvagge.

Informazioni: museonatarcheo@comune.vicenza.it 0444222815; wwwmuseicivicivicenza.it

——
Fonte: “Coleotteri e api: impollinazione, commensalismo e parassitismo” , Comune di Vicenza

Qui tutti i comunicati ufficiali del Comune di Vicenza