Confcommercio, bene le decisioni del Comitato Ordine e Sicurezza. Il presidente Piccolo: “Dobbiamo ridare appeal al centro storico”

177
Nicola Piccolo, presidente di Confcommercio Vicenza
Nicola Piccolo, presidente di Confcommercio Vicenza, approva quanto deciso nel Comitato per l'ordine e la sicurezza

C’è soddisfazione, in Confcommercio Vicenza, per quanto emerso ieri nel corso del Comitato per l’ordine e la sicurezza, e per le misure prese per contrastare l’escalation di furti, spaccate, aggressioni a cittadini e altri reati che stanno rendendo la città sempre meno vivibile, in particolare nelle ore serali e notturne.

Per il presidente di Confcommercio Nicola Piccolo le decisioni prese sono un primo importante passo per affrontare la situazione sempre più difficile che si sta vivendo negli ultimi tempi. Piccolo ha raccolto positivamente l’annuncio che le energie saranno concentrate nelle zone che si stanno rivelando più critiche, a cominciare dal centro storico, l’istituzione di un presidio fisso serale della Polizia Locale in corso Palladio deciso dall’Amministrazione Comunale e il rafforzamento della sinergia di azione tra la stessa Polizia Locale e le altre forze di polizia territoriali. “Dobbiamo lavorare tutti ancora di più per ridare appeal al centro storico e alla nostra città in generale – prosegue il presidente di Confcommercio Vicenza -. Portare gente a vivere e frequentare il cuore della città in sicurezza è il punto cruciale e questo significa programmare eventi e iniziative che risveglino il piacere di andare in centro, come è stato evidenziato ieri durante il Comitato e come ha più volte ribadito la nostra Associazione in passato”.

Non è solo la presenza di bar, negozi e ristoranti a rendere accogliente una città. “Le vie e le piazze del centro storico e di tutta Vicenza – ha infatti aggiunto il presidente Piccolo – devono esprimere accoglienza anche con un’illuminazione adeguata, parcheggi disponibili e frequentabili in sicurezza, lotta ai questuanti molesti e ai bivacchi e in generale con un forte presidio del territorio, assicurato da adeguati organici delle Forze dell’Ordine, che faccia sentire cittadini e imprenditori sicuri e non invece impotenti di fronte a danneggiamenti, furti, aggressioni, spaccio e accattonaggio”.