Confindustria Veneto Est, nominato il nuovo consiglio generale. L’augurio di buon lavoro del governatore Zaia

608
Confindustria Veneto Est

“Buon lavoro al nuovo Consiglio Generale di Confindustria Veneto Est, eletto nella sede di Venezia Terminal Passeggeri. Un Consiglio che comprende 85 componenti più 8 Probiviri e 5 Revisori, che rimarrà in carica per il quadriennio 2023-2027. La scelta dei candidati ha tenuto conto di più elementi quali la rappresentanza sul territorio, il settore produttivo, il tipo e la grandezza dell’azienda, insieme all’età e anche al genere. Una scelta ponderata e lungimirante che guarda al futuro, un futuro che deve soprattutto scommettere sui nostri giovani”. 

Il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, con queste parole esprime la sua soddisfazione, augurando un buon lavoro, a coloro che da oggi costituiscono un’associazione rappresentativa del territorio veneto con 5mila imprese associate e quasi 300mila collaboratori.

Il Presidente di Confindustria Veneto Est, Leopoldo Destro, ha detto: “Più donne e giovani nel mondo del lavoro, contro l’inverno demografico servono immigrati e politiche per la casa, dobbiamo fare rete tra pubblico e privato mettendo a terra il PNRR. Nei prossimi sei mesi le “idee motrici” saranno diventate proposte rivolte agli attori economici, sociali e amministrativi per costruire una società fondata sull’intraprendenza, sul lavoro e sulla volontà di lasciare ai nostri figli un Veneto sostenibile, innovativo e inclusivo”.

“Lo evidenzio spesso e lo faccio di proposito – ha aggiunto Zaia –: i giovani sono il nostro pilastro per rilanciare il nostro territorio in maniera dinamica, innovativa e audace conservando il rispetto delle tradizioni, della cultura e dell’ambiente. Sbaglia chi li etichetta come superficiali o annoiati: incontro ogni giorno ragazzi appassionati, pieni di progetti e con la voglia di mettersi in gioco”.