Covid, la GAS di Chiuppano converte produzione per salvare posti di lavoro: da abbigliamento di qualità a mascherine

GAS_mascherine.
GAS_mascherine.
- Pubblicità -

Dall’abbigliamento di qualità alle mascherine. Il primo è un settore in crisi, come dimostra anche la vicenda della Forall (Pal Zileri) di Quinto Vicentino, la seconda è diventata uno strumento di protezione indispensabile e quotidiana per convivere con il Coronavirus. Con un importante investimento in tecnologia e know how, l’azienda veneta GAS ha così deciso di convertire una parte dell’azienda alla produzione di mascherine protettive. Si tratta di mascherine chirurgiche IIR 100% Made in Italy o meglio, Made in Chiuppano; un dispositivo medico garantito dal marchio CE che assicura massimi livelli di sicurezza e comfort.

Distribuite al pubblico attraverso tutta la rete vendita ad insegna GAS e tramite accordi con partner ed enti locali, le mascherine Made in GAS hanno un potere filtrante quasi totale, fino al 99,81% di virus e batteri, e costituiscono una barriera efficace anche contro smog, polveri sottili, pollini e cattivi odori. Traspirabilità e leggerezza sono date dall’utilizzo di materiali di nuova generazione, comfort e vestibilità da un accurato studio ergonomico frutto dell’expertise del brand.

Un progetto strutturale quanto solidale che ha coinvolto nella nuova business unit alcuni dipendenti dell’azienda stessa che si sono rimessi in gioco con passione ed entusiasmo mettendo la propria esperienza e professionalità a servizio di un’importante iniziativa: la creazione di nuovo prodotto pensato per proteggere sé stessi e gli altri che racchiude lo stesso amore per la qualità e per il dettaglio che GAS mette in ogni jeans, felpa, t-shirt.
“Con questo progetto vogliamo dare continuità all’azienda e sostenere il nostro territorio. Stiamo prevendendo su base annua la produzione di 5 milioni di mascherine che a breve diventeranno 10. – spiega in un comunicato Cristiano Eberle, Amministratore Unico – Quello che ci preme sottolineare è che il nostro è un prodotto di qualità e la produzione ci ha permesso, in un momento così difficile per tutti, di difendere la nostra azienda e conservare sei posti di lavoro”.

Grotto S.p.A. dal 1984 disegna, produce e distribuisce con il marchio GAS collezioni di abbigliamento, calzature ed accessori per uomo e donna. L’azienda nasce nei primi anni ’70 dalla passione e creatività di Claudio Grotto, il suo Presidente e fondatore, a Chiuppano (Vicenza), nel cuore del Nord-Est d’Italia. Il denim è il core business di GAS, l’elemento attorno al quale ruotano prodotti di qualità, capaci di rispondere alle esigenze di un consumatore intelligente e consapevole, internazionale e cosmopolita. Un abbigliamento contemporaneo ma capace di superare le mode del momento, per esprimere la propria individualità in tutte le occasioni. Grotto S.p.A. si propone oggi come un’azienda internazionale ed è determinata a rafforzare ulteriormente la propria presenza all’estero, in particolare in Europa e Asia. La società applica una forte strategia di Vertical Retail implementata su base globale. Grazie alla produzione di questo nuovo prodotto sono stati conservati 6 posti di lavoro.

-Pubblicità-