“La decisione della Corte costituzionale sui vaccini Covid fa una volta per tutte chiarezza sulla legittimità del loro obbligo”. Lo dichiara Daniela Sbrollini, senatrice vicentina del gruppo Azione-Italia Viva al Senato e vicepresidente della commissione sanità, a proposito della sentenza con cui la Consulta ha respinto i ricorsi sull’obbligo vaccinale.

Secondo la Corte, le decisioni prese dal governo Draghi sull’obbligo vaccinale contro il Covid per operatori sanitari e over 50 non sono state ‘né irragionevoli, né sproporzionate’ perché la vaccinazione tutela il diritto alla salute, protetto dalla Costituzione.

La sentenza spazza così via non solo i contorti e deliranti argomenti con cui i No Vax accampavano il diritto a sottrarsi ai vaccini ma offre, a posteriori, una inattaccabile legittimità all’operato del governo, che grazie ai vaccini ha aperto la strada del ritorno alla normalità. A questo punto i No Vax non hanno più scuse.

Se, come non è purtroppo da escludere, continuassero con le loro crociate, queste avverrebbero contro il diritto e la Costituzioni. Le loro ragioni sono ora giuridicamente nulle”, conclude.