Difese argini del Bacchiglione, Bottacin: “con 200 mila euro avviato consolidamento”

174

Sono partiti in questi giorni i lavori di consolidamento delle difese arginali del fiume Bacchiglione, a valle del Ponte in Comune di Longare. Gli interventi, del valore complessivo di poco inferiore ai 200.000 euro, si sono resi necessari a causa di erosioni della scarpata interna sulla sinistra idraulica. “Per rafforzare la sicurezza del territorio – dice l’assessore alla Difesa del Suolo Gianpaolo Bottacin – si procederà alla realizzazione di due scogliere in massi ciclopici  a secco, ripristinando così i due tratti della sponda interna dell’argine sinistro, attualmente in erosione”.


Dal punto di vista dimensionale, si tratta di due scogliere di 150 metri di lunghezza per 3,40 metri d’altezza e di 30 metri di lunghezza per 4,80 metri di altezza, che garantiranno una solida protezione dei due tratti di sponda, andando a riempire i vuoti che si sono creati nel terreno. 
Durante i lavori saranno inoltre rimosse dalle sponde del Bacchiglione una settantina di alberature schiantate, alberi a rischio di caduta in acqua, per evitare che un’eventuale piena li trascini nell’alveo, dalla località Ponte dello Stadio nel Comune di Vicenza fino al limite del circondario idraulico di Vicenza in località Cucca del Comune di Montegaldella, attraversando i territori a valle del Comune di Vicenza, Longare, Montegalda e appunto Montegaldella.
“L’asportazione degli schianti presenti nell’alveo del fiume consentirà di garantire l’efficienza idraulica – aggiunge Bottacin – evitando che i rami siano d’ostacolo al libero deflusso delle acque. Ma provvederemo altresì allo sfalcio della vegetazione lungo le arginature sinistre e destre del Bacchiglione per assicurare la pulizia e la visibilità delle opere di difesa idraulica, precisamente da Villa Capra a Vicenza fino alla località Cucca del Comune di Montegaldella per un’estensione di ben 360.000 metri quadrati”. 
“Tra gli interventi previsti e in fase di realizzazione a cura delle nostre strutture territoriali – conclude Bottacin -, c’è inoltre il ringrosso e rialzo in terra di un tratto dell’argine sinistro del Bacchiglione a valle del Ponte dello Stadio a Vicenza, così da garantire la transitabilità dei mezzi operativi”. 
In base al cronoprogramma i diversi interventi si dovrebbero concludere entro i primi mesi del 2019.