Lotta allo spaccio di droga nel Vicentino, attività della Guardia di finanza in diversi comuni

215
droga nel vicentino

La lotta allo spaccio di droga nel Vicentino ha visto nei giorni scorsi l’impegno della Guardia di finanza in diversi comuni. I finanzieri del Comando Provinciale di Vicenza, in virtù dell’arrivo della stagione estiva, hanno intensificato i controlli presso stazioni ferroviarie, caselli autostradali, tratte autobus, parchi e punti di ritrovo del territorio. In azione gli uomini delle tenenze con l’ausilio di cani antidroga. Sequestrati complessivamente oltre 110 grammi tra hashish, marijuana, cocaina e Mdma.

Schio: ai domiciliari un pusher, segnalato uno spacciatore, denunciati tre consumatori

Una pattuglia della Compagnia di Schio ha proceduto all’arresto in flagranza di reato di un soggetto intento a cedere della sostanza stupefacente nelle immediate vicinanze della stazione ferroviaria scledense. 

Il tempestivo intervento dei militari ha permesso di sottoporre a sequestro oltre 45 grammi di hashish, circa 10 grammi di cocaina e diverse dosi di marijuana oltre che denaro contante. Lo spacciatore, peraltro, opponendo resistenza alle attività di controllo poste in essere, ha provocato una breve colluttazione con un militare al fine di contrastare le operazioni di identificazione. Pertanto, previo coordinamento con il Pubblico Ministero di turno presso la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vicenza, è stato sottoposto agli arresti domiciliari per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale: la citata misura coercitiva è stata poi convalidata dal Tribunale in sede di processo per direttissima. 

Inoltre, presso il casello autostradale di Thiene – Schio, il fiuto del cane antidroga Ray ha consentito di individuare, nell’abitacolo di un veicolo in uscita, alcuni grammi di marijuana e di MDMA: pertanto, una volta proceduto al sequestro delle sostanze, due passeggeri dell’auto sono stati segnalati alla competente Prefettura per l’irrogazione delle relative sanzioni amministrative. 

Sempre nel comune di Schio, nei pressi del Parco “Castello”, è stato individuato un soggetto intento a fumare uno spinello di hashish misto tabacco e trovato in possesso diverse dosi di cocaina – contenute in flaconcini di plastica – già pronte per la vendita. 

In virtù dei precedenti specifici in capo al soggetto, i militari estendevano le operazioni di polizia giudiziaria con una perquisizione domiciliare dell’abitazione, all’esito della quale venivano rinvenute, occultate all’interno di un astuccio portaocchiali, ulteriori 12 dosi di cocaina, un involucro con dell’hashish e banconote di vario taglio. Il complessivo materiale rinvenuto veniva pertanto sottoposto a sequestro probatorio d’urgenza, mentre il soggetto controllato veniva segnalato all’Autorità Giudiziaria per l’ipotesi di cui all’art. 73 comma 5 del Testo Unico in materia di stupefacenti nonché, limitatamente allo spinello di hashish e tabacco, alla segnalazione alla Prefettura U.T.G. ai sensi dell’art. 75. 

Da ultimo, in una strada adiacente l’oratorio di Santa Maria in Valle a Schio, veniva sottoposto a controllo un diciannovenne che portava al seguito – all’interno di un marsupio – un mini bilancino e tre dosi di hashish, avvolte con del cellophane, per un peso complessivo di circa 41 grammi: anche in questo caso è stata inoltrata apposita segnalazione all’A.G. di Vicenza per il reato di detenzione ai fini di spaccio. 

Velo d’Astico: sequestrato hashish su un bus

L’ulteriore azione di rafforzamento ha riguardato anche una serie di controlli straordinari – disposti nell’alveo del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica – presso le fermate degli autobus della Società Vicentina Trasporti, con la finalità di prevenire eventuali episodi di aggressioni e/o molestie al personale impegnato nei servizi di trasporto e ai numerosi passeggeri: in tale occasione, alla fermata di Velo d’Astico, è stato rinvenuto all’interno del bus un involucro di hashish abbandonato da ignoti corrieri che, alla vista dei finanzieri, si sono dati alla fuga.