È morto Ugo Intini, all’età di 82 anni, ieri sera a Milano, dopo una lunga malattia. I socialisti vicentino lo salutano con affetto

353
Morto Ugo Intini, storico esponente del Psi aveva 82 anni
Morto Ugo Intini, storico esponente del Psi aveva 82 anni

È morto Ugo Intini, all’età di 82 anni, ieri sera a Milano, dopo una lunga malattia. I socialisti vicentino lo salutano con affetto. Lascia la moglie Carla e il figlio Carlo. È stato a lungo direttore del giornale socialista Avanti! e deputato per quattro legislature. Ugo Intini ha ricoperto incarichi di governo nel secondo Governo Amato (2000-2001) e nel secondo Governo Prodi (2006-2008) in entrambi nel ruolo di sottosegretario agli Esteri. Negli anni difficili del dopo tangentopoli non ha lasciato mai il PSI, al contrario di quanto fecero per interesse molti altri. Di Intini si ricorda la nutrita produzione letteraria. L’ultimo libro, “Testimoni di un secolo” è del 2022. La terra ti sia lieve compagno!

Luca Fantó
Segretario Psi Vicenza capoluogo

Giuseppe Toscano

Segretario provinciale Psi Vicenza


Ugo Intini, laureato in giurisprudenza e giornalista, è stato direttore de Il Lavoro (1976-1978) e dell’Avanti! (1981-1987). Collaboratore stretto di Bettino Craxi, ha ricoperto diversi ruoli chiave nel Partito Socialista Italiano (PSI), tra cui membro della segreteria, responsabile per l’informazione, portavoce del partito e rappresentante nell’Internazionale Socialista. Eletto deputato nel 1983, ha mantenuto l’incarico fino al 1994.

Dopo lo scandalo Mani Pulite, ha continuato a essere attivo nel PSI e nel 1994 ha organizzato la “Federazione dei Socialisti”, successivamente rinominata “Movimento Liberal Socialista”. Nel 1996, insieme al Partito Socialista Riformista, ha contribuito a fondare il Partito Socialista, di cui è diventato segretario.

Nel corso degli anni, Intini è stato coinvolto in varie iniziative politiche, tra cui la fondazione dei Socialisti Democratici Italiani nel 1998. Nel 2001 è stato rieletto deputato alla Camera nelle elezioni politiche. Nel 2005 è stato uno dei promotori del progetto radical-socialista e nel 2006 è stato capolista per la Rosa nel Pugno al Senato.

Ha ricoperto incarichi governativi come sottosegretario di Stato al Ministero degli affari esteri nel governo Amato II (2000-2001) e come viceministro degli affari esteri nel governo Prodi II (2006-2008). Nel 2007 ha aderito al rinato Partito Socialista Italiano.

Giuseppe Intini è deceduto il 12 febbraio 2024, dopo una lunga malattia, mentre era ricoverato all’Ospedale San Raffaele di Milano.