Electric dreams: dentro la mente di Philip K. Dick

197
Electric Dreams
Electric Dreams

(Articolo da VicenzaPiù Viva n. 7sul web per gli abbonati tutti i numeri, ndr).

Dieci puntate ispirate ad altrettanti racconti affrontano gli aspetti più spaventosi del rapporto tra umanità e tecnologia.

Electric dreams è una serie antologica, nel senso che ogni puntata ha storie e personaggi a sé stanti, ispirata dalle opere del geniale scrittore americano Philip K. Dick, autore di Chissà se gli androidi sognano pecore elettriche? (da noi però tradotto come Il cacciatore di androidi) che al cinema è diventato Blade Runner, film cult del sottogenere fantascientifico chiamato cyberpunk, di cui Dick è considerato uno degli ispiratori. Questo genere è figlio di quella che viene chiamata “fantascienza sociologica”, cioè che intende esplorare le conseguenze politiche, sociali e psicologiche, che si riflettono nella vita quotidiana, delle scoperte scientifiche e soprattutto tecnologiche. Lo sviluppo della tecnologia come macchina, computer, androide e intelligenza artificiale nelle storie cyberpunk assume sempre delle sfumature inquietanti e il problema principale diventa il rapporto tra l’uomo e queste nuove tecnologie. Nell’unica serie da 10 episodi vengono affrontati molti temi cari a Dick. In una puntata le persone dotate di poteri telepatici vengono ghettizzate da un regime autoritario; in un altro episodio invece la pubblicità domina completamente la società, il Nord America è un’unica nazione che comprende USA, Canada e Messico e il candidato politico lancia messaggi subliminali volti a sterminare fisicamente gli avversari. C’è ovviamente anche il tema della realtà virtuale e del rischio di non riuscire più a distinguere ciò che è reale da ciò che non lo è, ci sono degli automi simili a umani realizzati combinando il DNA umano con quello dei maiali e dotati di emozioni e intelligenza grazie a iniezioni di “coscienza quantica”. Spazio anche per il tema dell’inquinamento, che rende la terra invivibile e necessaria una missione su un pianeta alieno per purificare l’atmosfera con un gas speciale. Electric dreams è la quarta serie televisiva tratta dalle opere di Dick e vanta un cast d’eccezione con, tra gli altri, Bryan Cranston, Vera Farmiga, Steve Buscemi e Liam Cunningham. Ottima sia come invito alla lettura di Dick, sia come visione breve, non impegnativa, ma estremamente interessante nei temi trattati e nella realizzazione.