Il Veneto è la prima regione turistica d’Italia da oltre trent’anni – scrivono in una nota congiunta Chiara Luisetto, Segretario PD Vicenza ed Enrico Peroni, Responsabile Europa PD Vicenza – La provincia di Vicenza è terra di imprese manifatturiere i cui prodotti sono esportati nei mercati di tutto il mondo. La nostra agricoltura e lo sviluppo del territorio sono stati rafforzati e sostenuti dai Fondi Europei


Queste sono le ragioni che portano molti veneti a sostenere il legame forte tra Veneto ed Europa, così come evidente dal sondaggio di Demos&PI realizzato nel luglio 2018 in cui il 77% dei cittadini del nord-est dell’Italia dichiara che voterebbe per rimanere nell’Unione Europea in un eventuale referendum sull’uscita dell’Italia dalla stessa Unione Europea.
Al fine di valorizzare e comprendere il significato di questo rapporto fondamentale, il PD Vicentino ha organizzato una serie di eventi itineranti dal titolo “Europa al bivio” che avranno luogo tra novembre e la prossima primavera in varie zone della provincia.
Questo percorso ha l’obiettivo di riflettere sulle grandi sfide future dell’Europa che interessano direttamente ogni cittadino vicentino e veneto: dall’economia e il lavoro alla salute e all’ambiente, dalla politica estera alle migrazioni.
L’evento d’apertura sarà a Montecchio Maggiore il 30 novembre con il tema Acqua, terra, aria: l’impegno dell’Unione Europea, per un ambiente più pulito e un’economia più sostenibile.
Nel mese di dicembre Noventa Vicentina ospiterà l?incontro dal tema Una nuova politica agricola Europea dopo il 2020.
A fine gennaio a Bassano si parlerà de Il nuovo bilancio dell’UE e le opportunità per lo sviluppo territoriale, il 12 febbraio a Valdagno il tema sarà: Europa per amore o per necessità? Le opportunità per i giovani e studenti e il sogno europeo. Ed infine, nel mese di marzo, a Schio si chiuderà la rassegna con il tema Un pilastro sociale per l’Europa pari opportunità e accesso al mercato del lavoro, condizioni di lavoro eque, protezione sociale ed inclusione.