Sono le ultime ore prima delle elezioni midterm Usa che sono la fotografia della risposta degli americani alle politiche intraprese dal governo in carica: in questo caso, alle scelte dell’amministrazione Biden tra la pandemia, il caotico ritiro dall’Afghanistan, la guerra in Ucraina, la crisi economica.

Joe Biden e Donald Trump hanno lanciato i loro ultimi appelli agli elettori, ore prima dell’apertura delle urne per le elezioni Midterm negli Usa, con toni e accenti che esprimono la radicale polarizzazione dello scenario politico statunitense (leggi qui per approfondire).

Stando agli ultimi comizi pubblici, i democratici si sono aggrappati fortemente alla base più moderata, mentre i repubblicani hanno visto ampliare la loro. Solitamente, nelle elezioni di metà mandato il partito al governo perde la maggioranza in una delle due Camere del Congresso americano: questa volta i democratici rischiano in entrambe, con la Pennsylvania uno degli Stati in bilico.

Per il Senato, ai repubblicani serve conquistare un solo seggio per vantare la superiorità nei numeri, alla Camera cinque e qui i democratici restano favoriti.

In Florida c’è qualcosa da segnalare: Donald Trump in queste settimane ha fatto campagna elettorale a sostegno di molti del suo partito, ma ha accuratamente evitato di partecipare agli eventi elettorali che il governatore uscente, Ron DeSantis, ha organizzato in questi giorni.

La ragione è una: Trump non vuole trovarselo come suo sostituto alla leadership del partito. Nonostante le indicazioni, quasi tutto è ancora possibile nelle elezioni di medio termine di quest’anno, i sondaggi negli Stati Uniti sono stati già ampiamente traditi dalla realtà.

fonte: The Vision