Emigrazione veneta, un bando dalla Regione per saggi brevi, inediti e originali

465
Palazzo Balbi piano rifiuti tpl veneto formazione strada provinciale 251 emigrazione veneta
Palazzo Balbi

È stato bandito dalla Regione Veneto il primo premio per saggi dedicati al tema dell’emigrazione veneta. L’iniziativa, promossa nell’ambito del Programma degli interventi a favore dei Veneti nel mondo per l’anno 2023, prende il titolo di Premio per saggi brevi, inediti e originali dedicati alla storia dell’emigrazione veneta.

La partecipazione è aperta a giovani studiosi di qualsiasi nazionalità di età compresa fra i 18 e i 35 anni.

C’è tempo fino alle 12 del 15 settembre 2023 per presentare i testi. Il premio riguarda saggi inediti su tematiche connesse all’emigrazione veneta, che non devono superare i 60.000 caratteri e possono essere in lingua italiana, inglese, spagnola, portoghese o francese. 

Il vincitore si aggiudicherà la somma di 3 mila euro e potrà vedere il proprio lavoro pubblicato, nella lingua originale, con l’indicazione del premio ottenuto, nella rivista scientifica “Quaderni veneti” e nel portali dedicato ai veneti nel mondo “MiVeneto.it” e Culturaveneto.it.

Ulteriori informazioni si possono avere cliccando questo link

“Abbiamo voluto l’istituzione di questo premio – spiega l’assessore regionale ai Flussi migratori e Veneti nel mondo, Cristiano Corazzari – perché la memoria di quel momento così importante per la nostra storia, costituito dalla migrazione veneta, rimanga viva nei giovani e li renda consapevoli dei valori che la hanno caratterizzata, ma anche per comprenderne gli aspetti di ricaduta sul sistema sociale, culturale, politico ed economico”.