Erp, altri 35 alloggi consegnati a Vicenza, Carlo Rigon e Roberta Albiero: verso il raggiungimento dell’obiettivo di 10 al mese

È in dirittura d’arrivo il programma di manutenzione degli stabili Erp sfitti denominato “10 alloggi/mese”. A fine novembre sono stati consegnati 35 alloggi da parte del gestore Amcps al Comune di Vicenza, che si stanno assegnando in queste settimane. Questo lotto si aggiunge agli ulteriori 44 alloggi che Amcps ha sottoposto a manutenzione nel 2021 e che sono già stati assegnati a nuclei familiari in graduatoria. In totale, quest’anno, sono stati messi in disponibilità 79 alloggi (primo lancio alle 17.19, aggiornamento con video alle 18.25, ndr).

Alloggi Erp: Carlo Rigon (Amcps) e Roberta Albiero (ass. Vicenza)
Alloggi Erp: Carlo Rigon (Amcps) e Roberta Albiero (ass. Vicenza)

È di oggi, inoltre, l’approvazione da parte della giunta degli interventi di manutenzione e riqualificazione energetica finanziati con il Superbonus 110% che riguarderanno complessivamente 98 alloggi: 40 in viale Fiume, 40 in piazzale Beata Cocchetti e 18 in strada di Polegge. I lavori hanno un valore di quasi 5 milioni di euro e saranno a costo zero sia per il Comune sia per Amcps, società in house a cui spetta la manutenzione.

Il punto della situazione è stato fatto oggi dall’assessore al patrimonio Roberta Albiero e dall’amministratore unico di Amcps Carlo Rigon durante un sopralluogo allo stabile Erp di via Lamarmora 79-81,presso il quale sono stati visionati alcuni alloggi tra gli ultimi sottoposti a manutenzione e consegnati al Comune.

“Stiamo per raggiungere – ha spiegato l’assessore al patrimonio Roberta Albiero – un obiettivo altamente sfidante: la ristrutturazione e rimessa in circolazione di 114 alloggi nell’arco di circa un anno. Inoltre, con il Superbonus 110% quasi cento alloggi, in palazzine completamente di proprietà del Comune, verranno riqualificati entro la fine del 2023. Circa una decina di questi sono attualmente sfitti, li recupereremo dando loro una nuova dignità. Per il raggiungimento di questi obiettivi è stata fondamentale la nuova sinergia instaurata tra il Servizio Patrimonio e Amcps, dopo il ritorno in house dal primo gennaio della società”.

Quella di oggi – ha continuato l’amministratore unico di Amcps Carlo Rigonè la seconda tranche di alloggi sottoposti a manutenzione e consegnati al Comune nel 2021, a cui seguirà a febbraio 2022 un altro lotto, per arrivare ad un totale di 114 alloggi. Inoltre, altre 15 abitazioni sono gestite dai Lavori pubblici e per circa 20 abbiamo avviato le procedure di sfratto per morosità o decadenza dei requisiti. Mettendo insieme tutto arriviamo in un anno al traguardo di circa 150 alloggi rimessi nella disponibilità del Comune, a fronte di un massimo di 50 abitazioni consegnate negli anni scorsi. A questi si aggiungeranno gli alloggi dei complessi in viale Fiume, in piazzale Beata Cocchetti e in strada di Polegge che riqualificheremo con il Superbonus 110%. La scelta è caduta su queste palazzine perché per quelle individuate inizialmente, ovvero via Randaccio, via Salvemini e strada Biron di Sopra, abbiamo riscontrato dei problemi di reperimento della documentazione necessaria per accedere all’agevolazione fiscale. Non escludiamo, una volta risolto questo inghippo burocratico, di avviare la stessa procedura anche per questi complessi”.

Programma “10 alloggi/mese” di manutenzione e consegna alloggi sfitti 2021-22

Oltre ai 79 alloggi sottoposti a manutenzione nel corso di quest’anno e già consegnati al Comune, entro la fine di febbraio 2022 è prevista un’ulteriore tranche di 33 alloggi, con i quali si completerà il programma denominato “10 alloggi/mese”, per un totale di 114 alloggi.

L’operazione è interamente finanziata da Amcps con economie derivanti dalla riorganizzazione in house della società e prevede un impegno economico complessivo di circa 190 mila euro.

I lavori di manutenzione sono stati affidati a sei imprese locali. Gli alloggi sono stati oggetto di piccoli lavori edili, adeguamento degli impianti elettrico, termico, idro-sanitario con sostituzione della caldaia autonoma, dove necessario, piccole opere complementari fabbrili e di falegnameria, manutenzione e sostituzione dei serramenti e degli infissi.

Si è inoltre provveduto ad incaricare dei professionisti per la redazione della documentazione tecnica obbligatoria per la locazione dell’alloggio (Ape, conformità impianti, allegati obbligatori, ecc.).

Interventi di riqualificazione energetica finanziati con il Superbonus

Nei tre complessi Erp che, dalla verifica avviata a marzo della fattibilità degli lavori di efficientamento energetico, possono beneficiare degli incentivi fiscali del Superbonus 110% si interverrà con il rivestimento isolante delle pareti verticali esterne, l’isolamento del tetto, la sostituzione degli infissi e in alcuni casi anche delle caldaie.

Tale riqualificazione energetica sarà a costo zero per il Comune e assicurerà, come previsto dalla normativa relativa al Superbonus, il miglioramento degli edifici di almeno due classi energetiche.

Nel dettaglio, per il complesso di via Fiume il salto è di quattro classi energetiche, da “G” a “C” (intervento di 2.100.000 euro).

Lo stabile di piazzale Beata Cocchetti vedrà un miglioramento di tre classi energetiche, da “F” a “C” (intervento di 1.925.000 euro).

Infine, per gli alloggi di strada di Polegge la riqualificazione prevista è di due classi energetiche, da “F” a “D” (intervento di 720.000 euro).

Videonotizia riopresa dal canale YouTube Città di Vicenza: https://youtu.be/aWKwBZUXcyQ

——
Fonti: Erp, altri 35 alloggi consegnati: verso il raggiungimento dell’obiettivo “10 alloggi/mese” , Comune di Vicenza