Si è tenuto martedì 29 agosto in sala degli Stucchi il primo incontro dedicato agli espropri necessari per il passaggio in città della Tav, che riguardano circa 200 famiglie, a cui sono stati invitati gli amministratori di condominio che gestiscono gli immobili oggetto di demolizione.

Il sindaco Giacomo Possamai, insieme al consigliere comunale Angelo Tonello delegato in materia di “Linea AV/AC Verona–Padova”, al direttore del servizio Avvocatura Ferruccio Lembo, al direttore di Iricav 2 Paolo Carmona e ai rappresentanti degli ordini professionali hanno fatto il punto sugli abbattimenti fissando con gli amministratori un calendario di date di assemblee dedicate esclusivamente agli espropri per spiegare ai cittadini coinvolti le modalità di determinazione dell’indennizzo, l’iter e i tempi della procedura.

Fin dal nostro insediamento abbiamo voluto confrontarci con i cittadini su un tema delicato e fondamentale che andrà ad incidere profondamente sulla vita di molti vicentini – dichiara il sindaco Giacomo Possamai –. Per la realizzazione della grande opera che attraverserà la città sono necessari abbattimenti di abitazioni che prevedono indennizzi. Anche se si tratta di un’opera dello Stato, l’amministrazione comunale intende accompagnare i cittadini nell’iter che li porterà ad abbandonare le loro case per stare al loro fianco in una fase così difficile. Martedì, infatti, abbiamo convocato gli amministratori per dare il via ad una serie di incontri con proprietari ed inquilini, per confrontarci e far emergere le criticità da affrontare. Vorremmo creare le condizioni per cui le persone costrette ad andarsene potessero trovare un’alternativa nel più breve tempo possibile e ottenendo il massimo aiuto da parte delle istituzioni. In particolare sarebbe fondamentale che almeno le persone più anziane potessero continuare a risiedere nella zona in modo da rimanere inserite nella comunità che conoscono e di cui fanno parte, per cui stiamo studiando un avviso per chiedere a chi ha alloggi sfitti nelle vicinanze di renderlo noto pubblicamente“.

A ciascun incontro sarà presente un amministratore comunale, un tecnico del Comune, uno e più rappresentanti di Iricav e dello sportello espropriati organizzato dagli ordini professionali.

E’ stata poi ricordata la possibilità di rivolgersi allo “Sportello assistenza espropriati Tav” per approfondimenti (https://www.comune.vicenza.it/cittadino/scheda.php/42734,335068) o all’ufficio informativo del Consorzio Iricav Due, titolare della procedura espropriativa, in viale Mazzini 75/77. Gli interessati vi possono accedere previo appuntamento che può essere richiesto tramite email (iricavdue@iricavdue.it) o chiamando i numeri 0444/1522209 o 339/5378249 nei giorni lavorativi dalle 9.30 alle 12.30.