Ex acciaierie Valbruna, verrà realizzata un’area per i cani

- Pubblicità -

E’ stata completata la bonifica alle ex acciaierie Valbruna ed ora si procederà con la sistemazione del terreno per dare il via ai lavori che inizieranno dalla metà di marzo e che prevedono un parcheggio e una pista ciclabile.

Oggi la giunta ha deciso di modificare il progetto inserendo anche un’area sgambettamento cani che ha comportato la variazione del tracciato della pista ciclabile e la riduzione dei posti auto previsti.

“Inserendo nel progetto l’area di sgambettamento cani abbiamo dovuto prevedere una modifica al tracciato della pista ciclabile. Inoltre aumenteremo il numero delle piante nel parcheggio e nell’area verde – ha spiegato l’assessore all’ambiente -. I costi non aumenteranno perchè utilizzeremo i ribassi a base d’asta della gara”.

“La modifica del progetto è stata necessaria per consentire l’aumento del verde e per inserire un’area sgambettamento cani in risposta alle richieste del comitato parco giochi di viale Europa- ha detto l’assessore alle infrastrutture -. Questa operazioneè stata fatta in accordo tra gli assessorati all’ambiente e alle infrastrutture in tempi molto rapidi per avere un aumento del verde anche tra i posti auto grazie ad approfondimenti tecnici. Verrà inserito del verde anche nelle aiuole di testa dell’area parcheggio. Stiamo, inoltre valutando, se tra le piante possiamo inserire anche arbusti, sempre a costo zero”.

“Le piante nelle aiuole verranno scelte attraverso il progetto Silva che predilige quelle più adatte all’area dove si vanno a collocare – ha concluso l’assessore all’ambiente -. La pista ciclabile è realizzata con l’asfalto mangia pm10, un asfalto innovativo che non rilascia i Pm10 che verranno portati via solo con i lavaggi”.

Per consentire la variazione del progetto, il numero di parcheggi si riduce da 196 a 188.

Il progetto verrà realizzato dal raggruppamento temporaneo di impresa costituito dalla Cooperativa Lagorai e Maroso Ivo Enzo; l’importo complessivo della gara è di 1.966.463 euro.

-Pubblicità-