Fatture false nel Vicentino, Zaia plaude all’operazione della Guardia di Finanza: “Reato odioso”

276
Zaia saluta Donazzan
Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia

“Complimenti alla Guardia di Finanza di Vicenza e al Gruppo di Bassano del Grappa per l’operazione che ha permesso di individuare fatture false per oltre 123 milioni di euro nel Vicentino. L’evasione fiscale è un reato incruento, ma particolarmente odioso perché, alla fin fine, finisce per colpire i contribuenti onesti”.

Lo dice per Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, in relazione all’inchiesta della Gdf vicentina, che ha portato alla denuncia di 12 persone per frode fiscale e reati tributari.

“Il meccanismo individuato dai finanzieri – aggiunge il Governatore – era particolarmente articolato e coinvolgeva imprese edili e del commercio di prodotti petroliferi, con ramificazioni tra Acerra e Milano. Un’indagine molto difficile, che ha dimostrato l’alta professionalità e la preparazione tecnica delle fiamme Gialle vicentine, alle quali va la nostra gratitudine e quella di tutti i cittadini per bene”, ha concluso Luca Zaia.

Come riferito da queste pagine, la Guardia di Finanza di Vicenza ha recentemente concluso un’importante operazione di polizia economico-finanziaria e giudiziaria, scoperchiando una consistente frode fiscale e la commissione di reati economici: le indagini hanno coinvolto diverse società, tra cui una con sede a Bassano del Grappa, e hanno portato al deferimento di numerosi professionisti e imprese per gravi reati fiscali.