Federico Testa presidente AGSM AIM, l’intervista di ViPiù: “Presto riunione del Cda per caso Quaglino ma soprattutto per programmare e fare”

927
Federico Testa presidente AGSM AIM
Federico Testa, presidente AGSM AIM

A margine della conferenza stampa che si è tenuta nella sede del Gruppo AGSM AIM e di cui riferiamo in altro articolo, il presidente Federico Testa ha risposto alle nostre domande sulla crisi apertasi nell’organo amministrativo della multiutility a causa della assenza di due dei tre consiglieri vicentini nel Cda del 28 dicembre scorso.

Presidente, il 18 gennaio dovrebbe esserci un nuovo consiglio d’amministrazione. Quale sarà l’ordine del giorno?

“Solo aspetti tecnici. Parliamo di un aumento dei fidi e poco altro.”

Ci sono aggiornamenti sulle vicende che hanno portato alla rottura fra Verona e Vicenza, prima di tutto su quella delle deleghe del consigliere Quaglino?

“Ho in programma insieme con gli altri componenti del consiglio d’amministrazione una riunione per cercare di capire come affrontare quelle questioni, proponendoci di risolverle e di trovare una soluzione che tuteli l’azienda e, poi, anche poter passare a occuparci delle altre questioni come le bollette, che sono cose che ai cittadini interessano molto. Dobbiamo anche parlare di investimenti.”

Nel mondo politico ed economico si è lamentato che questa rottura fra le due componenti del Cda possa provocare una ridotta efficienza dell’amministrazione aziendale.

“Se andiamo avanti così, il rischio c’è quindi noi dobbiamo rendere di nuovo operativo il consiglio d’amministrazione, rendere operativa la governance che i due Comuni si sono dati e concentrarci sulle cose da fare perché la questione di cui mi chiede è solo una delle cose che interessano il Gruppo, ma ce ne sono tante altre. Dobbiamo fare grandi investimenti e prendere tutta una serie di decisioni che è importante che facciamo serenamente per il benessere dei cittadini.”

L’ipotesi di un’azione di responsabilità nei confronti di Quaglino?

“Non ne so niente se non che il collegio sindacale aveva detto che doveva valutare questa possibilità.”

Avete già fissato un altro Cda dopo quello del 18 gennaio?

“Naturalmente. Stiamo ragionando come scadenza possibile, mi pare, entro la fine del mese.”

Articolo precedenteAgsm Aim annuncia da Verona le iniziative contro il caro bollette. Da febbraio saranno più leggere
Articolo successivoAlberto Lattanzio veste gialloceleste. Il terzino classe 2004, in arrivo dall’LR Vicenza, entra a far parte della rosa 22/23 di mister Bianchini
Gianni Poggi risiede e lavora come avvocato a Vicenza. È iscritto all’Ordine dei giornalisti come pubblicista. Le sue principali esperienze giornalistiche sono nel settore radiotelevisivo. È stato il primo redattore della emittente televisiva vicentina TVA Vicenza, con cui ha lavorato per news e speciali ideando e producendo programmi sportivi come le telecronache delle partite nei campionati del Lanerossi Vicenza di Paolo Rossi, i dopo partita ed il talk show «Assist». Come produttore di programmi e giornalista sportivo ha collaborato con televisioni locali (Tva Vicenza, TeleAltoVeneto), radio nazionali (Radio Capital) e locali (Radio Star, Radio Vicenza International, Rca). Ha scritto di sport e di politica per media nazionali e locali ed ha gestito l’ufficio stampa di manifestazioni ed eventi anche internazionali. È stato autore, produttore e conduttore di «Uno contro uno» talk show con i grandi vicentini della cultura, dell’industria, dello spettacolo, delle professioni e dello sport trasmesso da TVA Vicenza. Ha collaborato con la testata on line Vvox per cui curava la rubrica settimanale di sport «Zero tituli». Nel 2014 ha pubblicato «Dante e Renzo» (Cierre Editore), dvd contenente le video interviste esclusive a Dante Caneva e Renzo Ghiotto, due “piccoli maestri” del libro omonimo di Luigi Meneghello. Nel 2017 ha pubblicato per Athesis/Il Giornale di Vicenza il documentario «Vicenza una favola Real» che racconta la storia del Lanerossi Vicenza di Paolo Rossi e G.B. Fabbri, distribuito in 30.000 copie con il quotidiano. Nel 2018 ha pubblicato il libro «Da Nobile Provinciale a Nobile Decaduta» (Ronzani Editore) sul fallimento del Vicenza Calcio e «No Dal Molin – La sfida americana» (Ronzani Editore), libro e documentario sulla storia del Movimento No Dal Molin. Nel 2019 ha pubblicato per Athesis/Il Giornale di Vicenza e Videomedia il documentario «Magico Vicenza, Re di Coppe» sul Vicenza di Pieraldo Dalle Carbonare e Francesco Guidolin che ha vinto nel 1997 la Coppa Italia. Dal 9 settembre è la "firma" della rubrica BiancoRosso per il network ViPiù, di cui cura anche rubriche di cultura e storia.