Fiaccolata antifascista a Vicenza, partiti ed associazioni: stop apertura sedi fasciste e ripristino della clausola

797
fiaccolata vicenza
fiaccolata vicenza
Una fiaccolata antifascista si svolgerà a Vicenza martedì 28 febbraio 2023 “in risposta ai fatti recentemente avvenuti in città”, dicono gli organizzatori tra i quali figurano diverse sigle cittadine.
Vicenza città antifascista si mobilita per ripristinare la clausola antifascista e respingere le aperture di sedi di fascisti in città – spiegano i promotori nel loro appello all’adesione -. Forza Nuova, Vicenza Black flag, Casapound, infine Riconquista: a Vicenza i fascisti non sono spuntati ieri, negli anni hanno cambiato pelle in base al contesto che hanno trovato intorno a loro ed ora, è notizia delle ultime settimane, l’apertura di una sede neofascista nella nostra città.
La cancellazione della clausola antifascista dallo statuto comunale da parte dell’attuale amministrazione comunale ha dato un segnale chiaro di agibilità politica a gruppi neofascisti, gli stessi che alcuni anni fa organizzavano ad esempio ronde intimidatorie in perfetto stile squadrista in alcuni quartieri con il silenzio dell’amministrazione comunale.
Negli ultimi anni, tante cittadine e cittadini, insieme a realtà antifasciste, hanno riempito le piazze dando vita ad una serie di iniziative pacifiche e democratiche, che hanno saputo mantenere vivi gli anticorpi di una città medaglia d’oro alla Resistenza nei confronti delle azioni e idee fasciste e razziste.
Oggi c’è nuovamente bisogno di tornare a manifestare nella nostra città, come si fece nel luglio 2020 dopo la cancellazione della clausola antifascista per chiedere l’immediato reintegro nello statuto comunale della clausola, l’agibilità degli spazi comunali alle forze democratiche e la chiusura di sedi di gruppi che si richiamano all’ideologia fascista che è contro la nostra costituzione”.

La fiaccolata antifascista di martedì 28 febbraio 2023 prevede il ritrovo dei partecipanti in Piazza Castello di Vicenza alle 20 e 30

I promotori dell’iniziativa sono Fornaci rosse Vicenza, Anpi Vicenza, CGIL Vicenza, Rifondazione comunista Vicenza, USB, ADL cobas, Polisportiva Independiente, Caracol Olol Jackson Onlus, Bocciodromo Vicenza, BabaJaga Assemblea Transfemminista vi, Welcome Refugees Vicenza, Arci Servizio Civile Vicenza, Coordinamento studentesco, Coalizione civica per Vicenza, Europa verde e Sinistra italiana.