Gary Lineker, leggenda dello sport britannico reintegrata alla BBC dopo uno scontro sulla politica migratoria

862
Gary Lineker
Gary Lineker

Alla fine l’ha spuntata Gary Lineker: l’emittente di Stato britannica e il suo presentatore più pagato hanno fatto sapere di aver raggiunto un accordo che permetterà alla leggenda dello sport britannico di tornare in onda dopo la sua sospensione per aver criticato le politiche migratorie del governo.

La resa dei conti tra la BBC e Lineker – due istituzioni nazionali nel Regno Unito – ha scatenato un acceso dibattito sulla libertà di parola e l’imparzialità dopo che Lineker, ex stella del calcio che conduce “Match of the Day”, ha reso note su Twitter le sue opinioni in merito alla nuova politica di asilo del governo.

Gary Lineker
Gary Lineker

“Questa è una politica immensamente crudele diretta alle persone più vulnerabili con un linguaggio non dissimile da quello usato dalla Germania negli anni ’30, e io sono fuori luogo?”, aveva scritto.

Il direttore generale della BBC, Tim Davie, si è scusato in un comunicato e ha dichiarato che l’emittente avrebbe avviato una revisione indipendente delle sue linee guida sui social media, con particolare attenzione ai freelance, come Lineker.

Le sue osservazioni sono state criticate da diversi legislatori conservatori, tra cui il ministro dell’Interno britannico Suella Braverman, che ha presentato la settimana scorsa una proposta di legge per contrastare l’immigrazione irregolare criticata per non rispettare le norme internazionali sul diritto di asilo.

La nuova proposta prevede che chi entri nel Paese in modo irregolare venga messo in stato di fermo e poi rimandato nel proprio Stato oppure in un terzo più sicuro.

Questa legge segue al provvedimento dello scorso anno per cui il Regno Unito aveva stretto un accordo con il Ruanda che si basava sul trasferimento nel Paese di alcuni richiedenti asilo entrati illegalmente in UK e che è poi stato bloccato dalla Corte europea dei diritti dell’uomo.

Fonte: The Vision