Gazebo socialisti a Vicenza per Otello Dalla Rosa sindaco

232

La politica, scrive nella nota che pubblichiamo Luca Fantò Segretario regionale PSI del Veneto, è certamente sintesi, sintesi di necessità e bisogni. Una sintesi che qualcuno, superficialmente o in cattiva fede, può confondere con compromesso o peggio baratto. Ma la politica è soprattutto confronto di idee della realtà e immagini di un futuro possibile, ideologia. I nostri giovani lo sanno. Lo sanno le due ragazze di un liceo vicentino che si sono avvicinate al gazebo del PSI due settimane fa e guardando la bandiera socialista ci hanno spiegato di aver studiato da poco il socialismo e che si tratta di un’idea potente.

Lo sa il ragazzo di Brindisi che sabato scorso si è avvicinato per dirci come stia preparando una tesi su Giacomo Matteotti, lo sa la ragazza del veronese o dei ragazzi vicentini che sempre sabato hanno condiviso con noi la loro vicinanza alle idee del socialismo, trasmesse loro dai genitori, dai nonni.
Molti oggi dichiarano che le ideologie sono finite, che non esiste più contrapposizione tra destra e sinistra, cioè tra conservazione e progresso, che la politica è compromesso o baratto. Dichiarazioni che appartengono a chi cerca di ingannare i cittadini e spacciare la propria ideologia come stato delle cose ineluttabile o chi si nasconde, sfruttando la meritoria e lunga tradizione delle liste locali, dietro il logo di liste civiche che, al contrario della lista “Vinova“, soggetto che lavora da almeno un paio d’anni per sviluppare idee innovative, sono state create a ridosso delle elezioni.
Noi socialisti del PSI sosteniamo il candidato dei partiti e delle realtà politiche locali del centrosinistra, Otello Dalla Rosa, e sosteniamo il nostro candidato al Consiglio comunale, Ennio Tosetto.
Noi socialisti, il PSI del vicentino tutto, sappiamo bene cos’è la politica e crediamo che le idee servano a delineare un futuro possibile e migliore. Per questo ci battiamo. Non con la forza dell’insulto, non con la volontà di imporre idee e visioni della realtà, ma proponendo ai cittadini, con i nostri mezzi, le nostre idee, nel confronto civile e nella certezza che sia dalla sintesi delle idee e non dal baratto o dal compromesso, si costruisca un mondo migliore.
Luca Fantò (Segretario regionale PSI del Veneto)

 

LE PROPOSTE DEL PSI PER L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE

? controllo pubblico di AIM, anche ricercando nuove alleanze industriali a partire dalle aziende pubbliche locali e contigue territorialmente
? circoscrizioni come centri di attivazione di luoghi di incontro tra amministrazione e cittadinanza, come forma di democrazia diretta

? politiche attive per sostenere la possibilità di costituire centri con medici e infermieri di quartiere
? illuminazione pubblica, ampliamento e raccordo della rete di ciclovie del territorio comunale, intercomunale
? potenziamento del fondo a sostegno delle famiglie della scuola del I ciclo prevedendo ulteriori agevolazioni per le spese mensa
? verifica e potenziamento dell’organico dei nidi e delle scuole d’infanzia comunali
? sostegno pratico a famiglie con disabili e a persone con limitate autonomia

? spazi comunali a condizioni a società di giovani o disoccupati per lo sviluppo di attività con promozione di iniziative ad elevato contenuto tecnologico e del recupero di vecchi mestieri
? incentivi all’edilizia di riqualificazione e riuso, con precedenza rispetto a nuove edificazioni, in sinergia con l’obiettivo di riduzione degli immobili non utilizzati e del conseguente degrado
? progetto casa sulla base dell’anagrafe degli edifici e delle abitazioni di proprietà pubblica
? potenziamento del sistema dei mediatori culturali
? Comune di Vicenza parte civile nel processo contro i vertici BPVi.

“Il socialismo è portare avanti tutti quelli che sono nati indietro.” (P. Nenni).
“Il socialismo non si decreta dall’alto, ma si costruisce tutti i giorni dal basso, nelle coscienze, nei sindacati, nella cultura.” (C. Rosselli).

I socialisti…? Ci siamo ancora, vieni con noi!