Giro d’Italia 2024, Zaia: “sarà un grande spettacolo. Tappe venete di alta qualità”

617
Giro d'Italia in Veneto (immagine di repertorio da Il Corriere delle Alpi)
Giro d'Italia in Veneto (immagine di repertorio da Il Corriere delle Alpi)

“Il percorso del Giro d’Italia 2024 è un meraviglioso giro d’Italia. Complimenti alla Gazzetta dello Sport e al Direttore di corsa Mauro Vegni. Questa edizione presenta tutti gli ingredienti per un altro grande spettacolo, di cui del quale il Veneto sarà significativo protagonista. Come si suol dire, non c’è Giro senza il Veneto e non c’è Veneto senza il Giro,” ha dichiarato il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, in merito al tracciato del Giro d’Italia 2024.

Zaia ha continuato, affermando: “Siamo la regione d’Italia con il maggior numero di appassionati di ciclismo, e le tappe previste attraverso il nostro territorio sembrano fatte apposta per accontentare tutti i gusti degli appassionati di ciclismo e degli esperti. Ci sono montagne, colline, pianura, e l’arrivo a Padova, che sarà probabilmente dedicato ai velocisti o ai passisti dopo aver attraversato le province di Belluno, Treviso e Venezia. Inoltre, c’è l’arrivo sul Monte Grappa, dove i ciclisti scalatori sicuramente daranno spettacolo, e dove potrebbe verificarsi qualcosa di significativo per la classifica generale.”

“Comunque si sviluppi la competizione,” ha concluso Zaia, “le strade venete saranno il palcoscenico di una festa dello sport, della tecnica, e della passione infinita. Lo stesso vale per tutte le strade italiane che il Giro attraverserà, con i suoi campioni, i colori, i rumori, e l’entusiasmante frastuono delle ruote che sfrecciano sull’asfalto. Grazie al Giro d’Italia, e auguri di buona corsa a tutti.”

Il Giro d’Italia, noto anche come Giro o Corsa Rosa, è una competizione di ciclismo su strada professionistica che si tiene annualmente sulle strade italiane (fdonte Wikipedia, n dr). Questa competizione ciclistica è stata ideata nel 1909 da tre giornalisti, Tullo Morgagni, Eugenio Camillo Costamagna e Armando Cougnet.

Il Giro d’Italia è una delle tre corse a tappe più prestigiose del calendario ciclistico, insieme al Tour de France e alla Vuelta a España. È riconosciuto come una delle competizioni più importanti del mondo del ciclismo su strada ed è incluso nell’elenco delle gare del World Tour, il circuito professionistico organizzato dall’Unione Ciclistica Internazionale.

Il Giro d’Italia si svolge tipicamente in tre settimane, tra i mesi di maggio e giugno. Tuttavia, ha subito alcune eccezioni, come nel 1946, quando si è disputato tra giugno e luglio, e nel 2020, quando è stato rinviato ad ottobre a causa della pandemia di COVID-19. La corsa si svolge principalmente in Italia, ma talvolta il percorso può attraversare località al di fuori dei confini italiani, come arrivi o partenze di tappa in altri paesi. Sebbene la sede di partenza vari di edizione in edizione, l’arrivo avviene spesso a Milano, città in cui è pubblicata La Gazzetta dello Sport, il quotidiano sportivo che organizza il Giro fin dalla sua fondazione. Il colore caratteristico della maglia del leader del Giro è il rosa, in onore del colore delle pagine de La Gazzetta.

Il record di vittorie assolute al Giro d’Italia è detenuto da tre ciclisti, ognuno con cinque vittorie: gli italiani Alfredo Binda (1925-1933) e Fausto Coppi (1940-1953), e il belga Eddy Merckx (1968-1974). Per quanto riguarda il numero di vittorie di tappa, il record appartiene al velocista italiano Mario Cipollini, che ha conquistato 42 vittorie nella sola edizione del 2003, superando il precedente record di 41 vittorie detenuto da Alfredo Binda dagli anni ’30. Inoltre, Binda mantiene il record di vittorie di tappa in un singolo Giro, avendone conquistate 12 su 15 tappe nel 1927, e il record di vittorie di tappa consecutive, con ben 8 vittorie nel 1929. Ogni anno viene organizzato anche il Giro Next GEN, riservato agli Under-23 maschili, e il Giro Donne, dedicato alle cicliste professioniste.