Diversificare Green pass tra vaccinati e non, gruppo PD Veneto: “giusto, nuova stretta indispensabile per salute ed economia”

Controlli Green pass
Controlli Green pass

“La stretta decisa dal Governo sul Green pass è indispensabile per salvaguardare la salute e anche l’economia. L’Italia, grazie ai tanti vaccinati, è in una situazione migliore rispetto a gran parte dell’Europa e visto che le nuove prime dosi sono sostanzialmente stabili questa era la strada migliore per tenere sotto controllo la pandemia”.

Così i Consiglieri regionali del PD Veneto commentano le nuove misure contenute nel decreto approvato da Palazzo Chigi sul Green pass, che entreranno in vigore dal 6 dicembre. “Bene sia stato votato all’unanimità – proseguono i Consiglieri – perché questa è una battaglia che riguarda tutti. È giusto che ci sia una ‘diversificazione’ delle restrizioni, limitandole a chi non si è immunizzato. Non è un intento punitivo, più semplicemente hanno più probabilità di contagiarsi e contagiare. Siamo soddisfatti anche per l’obbligo di vaccino per il personale scolastico, per ridurre le probabilità di tornare alla didattica a distanza: adesso però si acceleri con le somministrazioni per chi ha ricevuto la seconda dose da più di cinque mesi, creando una corsia preferenziale”.