I lavori e le professioni ibride sono state al centro del secondo giorno di Capitale NordEst, la prima edizione dell’evento dedicato al placement e all’orientamento al lavoro che si è tenuto alla Fondazione Studi Universitari di Vicenza. “I lavori ibridi – ha spiegato Paolo Gubitta, docente Università di Padova e direttore scientifico Osservatorio professioni digitali – sono mestieri noti, con un set di competenze consolidate tipiche di quel mestiere. Si pensi, ad esempio, al chirurgo o al commercialista, ma anche all’idraulico e all’elettricista. Ciò che sta avvenendo è che le abilità tipiche di quella professione si stanno contaminando con altri tipi di capacità, tipicamente di natura sociale e relazionale e poi di natura digitale.

Nascono così i lavori ibridi, in cui ad esempio il chirurgo opera grazie a un joystick al di fuori, o lontano chilometri, dalla sala operatoria. Due sono le caratteristiche del cambiamento: sta avvenendo in maniera molto rapida ed è un fenomeno di tipo carsico, cioè quando ce ne accorgiamo è tardi.

Quindi, manualità, capacità di gestire strumenti digitali e relazioni interpersonali sono le skills richieste a chi si affaccia al mondo del lavoro. “Questa due giorni – ha sottolineato Tommaso Aiello, direttore generale di Fondazione Emblema che ha coordinato i lavori di Capitale NordEst – è stata positiva, intensa e utile. Il vero obiettivo era dare spunti concreti e operativi a chi si occupa di orientamento perché la sfida è raccontare ai ragazzi che stanno per affrontare il mondo del lavoro ciò che li aspetta. Gli orientatori hanno avuto la possibilità di ascoltare e entrare in contatto con la parte teorica, cioè i professori universitari, la visione del mondo dell’industria e le testimonianze di chi sta facendo crescere i nuovi lavori e le nuove professioni.”

Le storie

Tra le storie proposte da Capitale NordEst c’è Tikato, la web agency fondata nel 2013 da quattro giovani vicentini, che si propone di far risparmiare i cittadini. La start up, infatti, è diventata leader dei codici sconto che si trovano on line, grazie al sito www.piùcodicisconto.it che sfrutta i vantaggi che l’e-commerce mette a disposizione della clientela. Nell’ultimo anno il sito ha avuto oltre 3 milioni di utenti unici e più di 20 milioni di visualizzazioni. “Alla nostra newsletter – spiega Davide Baù, uno dei quattro fondatori – sono iscritte quasi 500mila persone. Per la nostra azienda abbiamo bisogno di due tipi di competenze: chi sia in grado di scrivere contenuti per il web ad alto livello e chi possegga competenze trasversali di web marketing, tra il programmatore e le strategie di marketing e relazioni.

La Cantina Zeni 1870 di Bardolino, invece, ha raccontato la propria idea di evoluzione, realizzata grazie alla creazione della prima galleria olfattiva d’Italia: l’obiettivo è quello di innovare l’idea tradizionale di degustazione del vino. Nell’aprile dell’anno scorso, la cantina ha inaugurato GO, la galleria olfattiva nella quale è stato creato un percorso con 14 essenze. “L’idea – ha spiegato Federica Zeni è quella di dare vita a un’esperienza sensoriale che parte dall’olfatto, ma che coinvolga i nostri ospiti in un’esperienza sensoriale completa. Per questo abbiamo contattato una compositrice affinché realizzasse la musica adeguata, oltre a luci soffuse e 14 cubi in cui sono conservate le essenze“. Anche grazie a questa visione innovativa, le figure professionali che lavorano in cantina e che sono ricercate in azienda. “Cerchiamo persone – ha precisato Federica Zeni – che abbiano sensibilità per i prodotti della terra e che sappiano raccontarli; chiediamo disponibilità a stare con la gente perché lavoriamo in un territorio ad alta vocazione turistica.

Capitale NordEst è un’iniziativa promossa da 4job, l’ufficio placement dell’Esu di Verona e realizzata in collaborazione con la Regione Veneto e con il supporto di Fondazione Studi Universitari di Vicenza, Veneto Lavoro e Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Vicenza.

Fondazione Studi Universitari di Vicenza