Il campione vicentino di adozione Salvo Sallustro torna in pista: nel suo doppio appuntamento europeo un secondo e un terzo posto

320
Salvo Sallustro in pista
Salvo Sallustro in pista
Salvo Sallustro torna in pista con il suo doppio appuntamento europeo. Il campione di origini siciliane, trapiantato a Vicenza, sabato 15 e domenica 16 Giugno, è tornato in terra austriaca per il secondo round dell’European Road Race Hill Climb Championship. Da Landshaag ci spostiamo a Julbach ma non cambiano i risultati. La qualità del pilota della 4S Riding School non è mai stata in discussionSuperbike ed i risultati continuano a confermarla. In Superbike è arrivato un terzo posto assoluto, mentre, nella Supermoto un secondo overall.
I DUE GIORNI DI JULBACH
“Il week-end è andato molto bene – ha detto Salvo Sallustro -, c’erano molti piloti italiani e abbiamo tirato su una bella squadra dove ci siamo aiutati a vicenda. Sono molto soddisfatto, nelle due categorie sono andato molto bene. In Superbike, rispetto alla stagione precedente, ho abbassato il mio tempo scendendo a 1:08. Un ottimo risultato, soprattutto con una moto vecchiotta come la mia. Un terzo posto nell’Europeo che ci lascia anche sorpresi perchè sapevamo che la moto non era in condizioni perfette. Nella Supermoto, con la KTM, abbiamo centrato il secondo posto che ci da molta fiducia. Torniamo a casa con due podi in entrambe le categorie, una partenza ottima. Ci tengo a sottolineare che a questa seconda tappa dell’Europeo abbiamo portato anche Stefano Meli, un altro pilota della 4S Riding School che si è comportato molto bene“.