Il giardino di Alice 2021: domenica 29 ultimo appuntamento a Vicenza con La storia di Aissa Maissa

- Pubblicità -

Domenica 29 agosto si conclude la rassegna teatrale per famiglie Il Giardino di Alice al Giardino Salvi di Vicenza. Ad essere ospitato è un evento speciale e gratuito grazie al sostegno del Rotary Club Vicenza: La storia di Aissa Maissa, una produzione Dedalofurioso scritta e diretta da Valentina Brusaferro.

In scena ci saranno gli stessi personaggi che hanno allietato fino ad oggi le domeniche dei giovanissimi vicentini e delle loro famiglie, ma per quest’ultima occasione daranno corpo e voce ad una delle storie più affascinanti del patrimonio leggendario veneto, la storia di un’anguana che, per amore di un mortale, sfiderà le proprie sorelle e il proprio destino.

La rassegna che il 29 agosto giunge a termine è organizzata da exvUoto teatro e Ensemble Vicenza Teatro e fa parte del cartellone “Vicenza estate 2021 – cultura, spettacoli, divertimento”, promosso dal Comune di Vicenza con il sostegno di Agsm Aim.

Lo spettacolo è gratuito e offerto dal Rotary Club di Vicenza, che ha ritenuto di sostenere questa lodevole iniziativa volta sia alla sensibilizzazione ambientale di bambini e famiglie tramite gioco e didattica sia per promuovere l’attività teatrale in questo particolare periodo storico.

Aissa Maissa è un’anguana che come tutte le sue sorelle è una creatura affascinante e bellissima che vive nei pressi delle fonti d’acqua. Le anguane sono esseri fatati che non possono mescolarsi con il mondo dei mortali. Ma cosa può succedere se scocca l’amore tra questi due universi così diversi? Cosa accade se il mondo magico decide di unirsi al mondo umano? Ne nascono mille avventure, patrimonio delle nostre campagne e dei nostri paesaggi silvestri: storie che vengono tramandate da maranteghe e striossi ma che possono essere trasportate anche dal vento salbaneo. Clarice, Nazareno, Giacinto e Cristoforo, i personaggi che per tutte le domeniche di luglio e agosto hanno abitato il Giardino Salvi, si riuniscono per l’ultima volta per raccontare l’avventura di Aissa, l’anguana che tutti abbiamo imparato a conoscere in questa estate. La storia del suo amore e delle sue peripezie è l’arrivederci che exvUoto teatro e Ensemble teatro donano ai loro assidui e affezionati piccoli spettatori.

Miti e leggende della tradizione popolare veneta abitano uno dei parchi più importanti del centro storico di Vicenza, in uno spettacolo immersivo, della durata di 45 minuti circa, che accompagnerà lo spettatore alla scoperta di luoghi che ancora sono in grado di evocare suggestive presenze magiche.

Lo spettacolo è gratuito e offerto dal Rotary Club di Vicenza, che ha ritenuto di sostenere questa lodevole iniziativa volta sia alla sensibilizzazione ambientale di bambini e famiglie tramite gioco e didattica sia per promuovere l’attività teatrale in questo particolare periodo storico.

La regia e i testi sono curati da Valentina Brusaferro, in scena: Andrea Dellai, Tommaso Franchin, Gabriele Grotto, Beatrice Niero, Martina Pittarello. Lo spettacolo è prodotto da Dedalofurioso.

L’ingresso, situato all’entrata di Corso Ss. Felice e Fortunato, apre alle 9. Per rispettare al meglio, seppur all’aperto, le norme di distanziamento, gli spettatori sono divisi in due gruppi, con ingressi scaglionati nel tempo: uno alle 9.20 e uno alle 10.20 (ingresso libero con prenotazione obbligatoria).

Ciascun percorso dura 45 minuti circa.

In ottemperanza al nuovo decreto legge si raccomanda di giungere all’ingresso 15 minuti prima, così da agevolare il controllo del green-pass. Si ricorda che, esclusivamente nelle domeniche in cui si svolge la rassegna, il Giardino Salvi aprirà ai visitatori abituali del parco dalle ore 11,30, a tutela del pubblico presente durante l’evento ed in particolare dei bambini.

Per la riuscita de Il Giardino di Alice 2021 è stato fondamentale il coinvolgimento attivo dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Vicenza e di realtà private che hanno intuito l’importanza dei temi ambientali, di rigenerazione urbana e di tutela delle tradizioni popolari. Banca Terre Venete, Coop Alleanza 3.0, Eurotrading, Belluscio Assicurazioni, Viacqua sono i sostenitori della rassegna che gode anche del patrocinio del FAI.

Prenotazione obbligatoria al sito https://www.exvuototeatro.it/project/il-giardino-di-alice-2021/

Ingresso previsto per massimo 35 persone a turno.

Iniziativa realizzata in collaborazione con il Comune di Vicenza, Assessorato alla Cultura e sostenuta dal Rotary Club Vicenza.

 

-Pubblicità-