Il ricordo dell’omicidio di Giuseppe Rechichi, vicepreside dell’Istituto magistrale di Polistena (RC), CNDDU: ucciso il 4 marzo del 1987 dalla ‘ndrangheta

814
Giuseppe Rechichi
Giuseppe Rechichi

In occasione dell’omicidio di Giuseppe Rechichi, vicepreside dell’Istituto magistrale di Polistena (RC), ucciso, il 4 marzo del 1987, per mano della ‘ndrangheta a causa di una pallottola vagante, il Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani (qui altri contenuti del CNDDU) intende commemorarne la figura umana e professionale di forte rilievo per la comunità in cui operava. È molto difficile insegnare e veicolare messaggi improntati al rispetto delle norme condivise e degli altri esseri umani in contesti così caratterizzati da dinamiche oscure.

L’assassinio di Rechichi anche se avvenne in modo casuale, in quanto il sicario mirava in realtà a colpire il direttore della Banca popolare di Polistena, Vincenzo Luddeni, rimasto illeso, ha dimostrato come in passato vivere in una realtà territoriale esposta al rischio degrado potesse comportare la morte di tanti innocenti.

Ricordare il professore Rechichi oggi significa onorare la sua memoria e il lavoro appassionato di tanti docenti che devono affrontare problemi che non siano collegati esclusivamente alle attività didattiche.

Il CNDDU in occasione dell’anniversario in questione metterà l’immagine del professore Giuseppe Rechichi sulle copertine dei propri canali social.

prof. Romano Pesavento

presidente CNDDU