La stazione di Vicenza cambia volto: spazi per associazioni, deposito biciclette, sale d’attesa attrezzate e… riattivazione orologio esterno

623

Cambia volto la stazione di Vicenza: già dai prossimi mesi, prima ancora degli impegnativi interventi strutturali previsti a partire dal 2027 in contemporanea ai lavori per l’alta velocità, i locali dell’attuale stazione ferroviaria subiranno una trasformazione notevole. Verrà realizzata una velostazione per favorire l’intermodalità bici-treno, alcuni locali saranno dati in comodato alle associazioni, verrà aperta una gelateria e ci saranno tre nuove sale di attesa di cui una dotata di postazioni di lavoro (vedi video integrale della conferenza stampa odierna in copertina, ndr). Tutti cambiamenti che avverranno presto, grazie a una serie di interventi che Rete Ferroviaria Italiana, società capofila del Polo Infrastrutture del Gruppo FS.

Lavori in corso per il nuovo volto della stazione ferroviaria di Vicenza
Lavori in corso per il nuovo volto della stazione ferroviaria di Vicenza

Il progetto di riqualificazione e rifunzionalizzazione della stazione di Vicenza è stato presentato e spiegato in tutte le sue fasi questa mattina dal responsabile responsabile Ingegneria e Investimenti Stazioni, Antonello Martino, e dalla referente Architettura, Adele Savino, della Direzione Stazioni di Rfi, al termine di un incontro con il sindaco di Vicenza Giacomo Possamai e la cabina di regia comunale per l’alta velocità, presente alla conferenza con Angelo Tonello (che già nel 2020 aveva denunciato la rottura dell’orologio esterno che ora verrà riattivato, ndr(.

I lavori, ha spiegato il sindaco Possamai, porteranno ad una riqualificazione totale sia estetica sia dell’uso degli spazi. E in attesa dei grandi lavori che dal 2027 porteranno Vicenza nel mondo dell’alta velocità, alcuni interventi di saranno pressoché immediati: «Da subito – ha detto Possamai – ci saranno degli interventi pensati per accogliere al meglio l’Adunata nazionale degli alpini, per assegnare gli spazi commerciali sfitti alle associazioni cittadine e per realizzare un deposito per le biciclette all’interno della stazione. Tutti lavori che partiranno entro quest’anno e ci consegneranno una stazione significativamente riqualificata già dal prossimo anno».

Il Sindaco Possamai illustra i cambiamenti in vista per la Stazione ferroviaria
Il Sindaco Possamai illustra i cambiamenti in vista per la Stazione ferroviaria

In accordo con l’amministrazione comunale, quindi, Rfi concederà alcuni spazi attualmente sfitti ad associazioni locali, in comodato d’uso gratuito o a canone calmierato a seconda delle attività che verranno svolte: nel caso di una onlus, ad esempio, saranno dati in comodato d’uso gratuito, mentre se si dovesse allestire un info point per la vendita di biglietti per iniziative culturali, sarà applicato un canone calmierato. A disposizione ci sono 636 metri quadrati per otto locali di diverse metrature, due dei quali già opzionati da Svt per servizi di biglietteria e tecnici.
Saranno poi realizzate tre nuove sale d’attesa, di cui una allestita con postazioni di lavoro e prese per la ricarica dei dispositivi elettronici.
È previsto anche l’allestimento di uno degli Infopoint per la presentazione delle opere dell’alta velocità.
L’accesso ad est, oggi poco utilizzato, sarà potenziato anche grazie all’inserimento di una velostazione capace di ospitare 190 stalli in 296 metri quadrati, per favorire l’arrivo in stazione in bicicletta.
Questi lavori inizieranno entro quest’anno e termineranno nei primi mesi del 2025.
L’intervento complessivo collegato all’alta velocità, invece, prenderà il via nel 2027.

 

——
Fonte: In stazione spazi per le associazioni, deposito biciclette e sale d’attesa attrezzate , Comune di Vicenza

Qui tutti i comunicati ufficiali del Comune di Vicenza