In Veneto attivati 27 Uffici di Prossimità. Donazzan: “Così si avvicina la Giustizia ai cittadini”

287
L'incontro sugli Uffici di Prossimità in Veneto
L'incontro sugli Uffici di Prossimità in Veneto

Ha avuto luogo stamattina a Montebelluna il Tavolo Tecnico regionale “La rete di Uffici di Prossimità della Regione Veneto, stato dell’arte e prospettive future”, al quale hanno partecipato esponenti della Regione e del Ministero della Giustizia ed alcuni referenti degli Uffici Giudiziari e degli Enti territoriali coinvolti. L’assessore regionale Elena Donazzan ha sottolineato come il Veneto sia la Regione più avanzata in Italia nell’attivazione degli Uffici di Prossimità, rete di sportelli territoriali che avvicina la giustizia ai cittadini, offrendo servizi di consulenza e deposito nell’ambito della volontaria giurisdizione senza doversi recare nelle cancellerie degli uffici giudiziari. Ad oggi, 27 Uffici di Prossimità sono stati attivati sul territorio regionale e nei prossimi mesi se ne aggiungeranno ulteriori 8.

“Sono 35 gli Enti che hanno risposto all’avviso pubblico di manifestazione di interesse e confermato la partecipazione al progetto attivato dalla Regione del Veneto e realizzato con il supporto del Raggruppamento Temporaneo d’impresa di cui è capofila Intellera Consulting, coinvolgendo un bacino di utenza di oltre 860mila persone, e che si è occupato della configurazione degli uffici e delle attività di formazione del personale. Quella del Veneto – ha aggiunto l’assessore – rappresenta l’esperienza più avanzata tra le 15 Regioni aderenti al progetto Complesso degli Uffici di Prossimità promosso dal Ministero della Giustizia nell’ambito del Programma Operativo Complementare al PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020”.

Gli Uffici di Prossimità non solo facilitano l’accesso dei cittadini al “sistema giustizia”, in particolare alle fasce deboli e a coloro che vivono aree geograficamente distanti dai tribunali di riferimento, ma consentono di decongestionare le attività dei tribunali, delegando al territorio l’attività di ricezione e accoglienza del pubblico e di interazione con le cancellerie. Un cittadino che si rechi presso l’Ufficio di Prossimità può avere informazioni e orientamento sugli istituti di protezione giuridica, ricevere modulistica, ottenere supporto nella predisposizione di atti che si possano redigere senza l’ausilio di un legale. Non solo, in tali uffici è possibile anche il deposito telematico degli atti per conto degli utenti, oltre a ricevere informazioni sullo stato delle procedure di volontaria giurisdizione e consulenza sugli istituti di protezione giuridica per casi complessi.

Questi quelli già attivi in Veneto: Albignasego, Bovolenta, Adria, Badia Polesine, San Martino di Venezze, Taglio di Po, Castelfranco Veneto, Montebelluna, Oderzo, Pieve del Grappa, Dolo, Unione dei Comuni del Miranese, Unione dei Comuni di San Donà di Piave, Vigonovo, Caprino Veronese, Cerea, San Pietro in Cariano, Arzignano, Brendola, Cassola, Chiampo, Roana, San Vito di Leguzzano, Sossano, Thiene, Unione Montana Alto Astico, Unione Montana Pasubio Piccole Dolomiti. Nei prossimi mesi, saranno aperti in Unione Montana Agordina, Camponogara, Chioggia, San Martino di Lupari, Unione Adige Gua’, San Bonifacio, Scorzè, Este.