Incendio nell’ufficio del servizio vaccinazioni a Schio, intervento dei vigili del fuoco al secondo piano invaso dal fumo

448

Dalle 17:10, di martedì, i vigili del fuoco sono impegnati presso il distaccamento sanitario dell’ex ospedale di Schio in via San Camillo de Lellis per il principio d’incendio dell’ufficio del servizio vaccinazioni: evacuate nell’immediatezza le tre persone presenti nel piano.

Invaso dal fumo tutto il secondo piano dello stabile. I vigili del fuoco arrivati dal locale distaccamento, sono entrati nello stabile dotati di autoprotettori, hanno spento il principio d’incendio e iniziato le operazioni di arieggiamento dei locali del piano completamente invaso dal fumo, utilizzando degli elettroventilatori.

Le cause delle fiamme probabilmente divampate da un computer sono al vaglio dei tecnici dei vigili del fuoco. Ancora in corso le operazioni di bonifica.

Proseguono normalmente le operazioni di vaccinazioni.


qui tutte le notizie sui Vigili del fuoco e il sito ufficiale

Attività istituzionale Vigili del fuoco

Il Corpo nazionale, al fine di salvaguardare l’incolumità delle persone e l’integrità dei beni, assicura gli interventi tecnici caratterizzati dal requisito dell’immediatezza della prestazione, per i quali siano richieste professionalità tecniche anche ad alto contenuto specialistico ed idonee risorse strumentali, ed al medesimo fine effettua studi ed esami sperimentali e tecnici nello specifico settore.

Sono compresi tra gli interventi tecnici di soccorso pubblico del Corpo nazionale:

  • l’opera tecnica di soccorso in occasione di incendi, di incontrollati rilasci di energia, di improvviso o minacciante crollo strutturale, di frane, di piene, di alluvioni o di altra pubblica calamità;
  • l’opera tecnica di contrasto dei rischi derivanti dall’impiego dell’energia nucleare e dall’uso di sostanze batteriologiche, chimiche e radiologiche.

Gli interventi tecnici di soccorso pubblico del Corpo nazionale si limitano ai compiti di carattere strettamente urgente e cessano al venir meno della effettiva necessità.
In caso di eventi di protezione civile, il Corpo nazionale opera quale componente fondamentale del Servizio nazionale della protezione civile e assicura, nell’ambito delle proprie competenze tecniche, la direzione degli interventi tecnici di primo soccorso nel rispetto dei livelli di coordinamento previsti dalla vigente legislazione.

Nell’ambito delle proprie competenze istituzionali, in materia di difesa civile:

  • fronteggia, anche in relazione alla situazione internazionale, mediante presidi sul territorio, i rischi non convenzionali derivanti da eventuali atti criminosi compiuti in danno di persone o beni, con l’uso di armi nucleari, batteriologiche, chimiche e radiologiche;
  • concorre alla preparazione di unità antincendi per le Forze armate;
  • concorre alla predisposizione dei piani nazionali e territoriali di difesa civile;
  • provvede all’approntamento dei servizi relativi all’addestramento e all’impiego delle unità preposte alla protezione della popolazione civile, ivi compresa l’attività esercitativa, in caso di eventi bellici;
  • partecipa, con propri rappresentanti, agli organi collegiali competenti in materia di difesa civile.