Industria 5.0, ministro Urso: “Incentivi operativi entro giugno” e Orsini (Confindustria): “Dialogo positivo”.

239
Industria 5.0

Sugli incentivi per l’Industria 5.0 sono arrivate rassicurazioni da parte del ministro delle Imprese e del made in Italy Adolfo Urso. Ne ha parlato ieri al dicastero incontrando il neoeletto presidente di Confindustria Emanuele Orsini. E lo ha fatto dopo che nelle ultime ore è stato messo in risalto il ritardo del Piano ministeriale con pesanti conseguenze sull’economia delle imprese italiane, quelle di alcuni specifici settori in particolare (leggi qui).

Transizione 5.0, finanziato con 6,3 miliardi del Pnrr, sarà attuato entro giugno – ha detto  -: il decreto attuativo è in fase di trasmissione agli altri ministeri interessati, Economia e  Ambiente e della sicurezza energetica. “Credo che entro il mese di giugno sarà tutto pienamente definito – ha commentato il ministro le imprese possono programmare i loro interventi e i loro investimenti per la seconda parte dell’anno“.

Abbiamo iniziato un’interlocuzione positiva” ha commentato poi il presidente di Confindustria a margine dell’incontro con Urso. “Speriamo di avere a breve le risposte. Abbiamo parlato di priorità per l’industria e per il Paese: Industria 5.0, che per noi è fondamentale per rimettere al centro crescita e investimenti, di nucleare, di micro centrali, di materie prime e anche di automotive, che per noi è un pezzo di industria fondamentale, che va salvaguardato. Ci auguriamo che Stellantis mantenga il patto di produrre un milione di auto in Italia. Siamo contenti se dovesse arrivare un secondo produttore, l’importante è mantenere la produzione in Italia, l’automotive è una filiera importantissima, è eccezionale e ciò viene riconosciuto in tutto il mondo“, ha aggiunto il presidente di Confindustria.