Insulti ad Alessandra Moretti, la difesa dell’avversaria “siderale” Silvia Rizzotto

“La distanza che politicamente parlando mi separa da Alessandra Moretti è siderale. Ma non si può leggere né accettare che nel 2019 le sue idee siano contrastate con offese ed insulti alla sua persona”. Con queste parole – in una nota – la Capogruppo di Zaia Presidente in Consiglio regionale, Silvia Rizzotto, commenta “gli insulti cui quotidianamente la collega Moretti è sottoposta”.

“Non posso accettare che un avversario politico, e in particolare una donna, possa essere contestato solo con epiteti poco eleganti ed offese – afferma Rizzotto – Facile poi farlo da un computer, a casa, o dietro anonimi profilo Social”.

“Se si vuole legittimamente criticare le scelte o le proposte di un esponente di partito – chiosa Silvia Rizzotto – lo si deve fare agli incontri pubblici, ai comizi o in aula, evitando di farne una questione di sesso”.