Integratori alimentari: cosa sono e quando assumerli

290
Integratori alimentari
Integratori alimentari

La tematica degli integratori alimentari è spesso al centro del dibattito in seno alla comunità medico-scientifica. Il ruolo dei prodotti fitoterapici è quello di contribuire alla salute generale dell’organismo e completare uno stile alimentare non corretto e lacunoso. Gli integratori alimentari non sono dei succedanei dei prodotti farmacologici ma possono essere utili per contribuire ad alleviare alcuni sintomi e disturbi e spesso sono prescritti o consigliati dalla classe medica.

Un pregiudizio sugli integratori alimentari molto comune nella medicina classica è che l’alimentazione fornisce tutti i nutrienti di cui ha bisogno l’organismo. Questa visione, generalmente, confida nel fatto che le persone assumano le quantità ottimali di macro e micronutrienti. Una visione più recente riconsidera le caratteristiche della nutrizione attuale, molto ricca di calorie e generalmente povera di nutrienti. Coloro che hanno un approccio più salutistico, credono che integrare sia utile e che, rispetto al passato, esistano più microcarenze croniche che carenze acute e gravi.

Integratori alimentari, quando utilizzarli

Se da una parte un’alimentazione corretta ed equilibrata e un sano stile di vita possono assicurare un buono stato di salute; dall’altra, gli integratori alimentari sono una fonte concentrata di nutrienti e sostanze nutritive che possono essere un valido contributo alla dieta. Gli integratori alimentari sono prodotti efficaci e sicuri, commercializzati solo dopo specifica comunicazione al Ministero della Salute e rispettando i requisiti comunitari per produzione e commercializzazione come avviene per i prodotti di Leonardo Medica.

Gli integratori alimentari sono definiti dal Ministero della Salute come: “prodotti alimentari destinati ad integrare la comune dieta e che costituiscono una fonte concentrata di sostanze nutritive, quali le vitamine e i minerali, o di altre sostanze aventi un effetto nutritivo o fisiologico, in particolare, ma non in via esclusiva, aminoacidi, acidi grassi essenziali, fibre ed estratti di origine vegetale, sia monocomposti che pluricomposti, in forme predosate”.

Quando è consigliato, dunque, assumere integratori alimentari? In caso di carenze nutritive, causate da alimentazione scorretta o momenti delicati della vita (ad esempio, gravidanza e menopausa); oppure, in caso di aumentato fabbisogno di nutrienti.