Interrogazione di Raffaele Colombara (Per una Grande Vicenza”) sul nuovo reddito di inclusione e i gravi disagi ai vicentini: “Quali azioni, quali risorse?”

Nuovo reddito di inclusione: per sanare le storture del reddito di cittadinanza gravi disagi per molte famiglie vicentine. Come intende agire il comune di Vicenza? Con quali risorse?

426
Nuovo reddito di inclusione e gravi disagi
Nuovo reddito di inclusione e gravi disagi

Sta emergendo, pubblichiamo l’interrogazione di Raffaele Colombara Consigliere comunale Lista “Per una Grande Vicenza”, con forza in queste ultime settimane, rilevata anche dalle strutture sociali sul territorio, la situazione delle persone a basso ISEE che, prima sostenute dal Reddito di Cittadinanza, si trovano oggi escluse dal Reddito di Inclusione a seguito delle modifiche introdotte dal Decreto-Legge n. 112/2023 (“Decreto Meloni”).

Alessandra Marobin, Raffaele Colombara, Otello Dalla Rosa e Cristiano Spiller (Per una Grande Vicenza)
Alessandra Marobin, Raffaele Colombara, Otello Dalla Rosa e Cristiano Spiller (Per una Grande Vicenza)

Come noto, il Decreto ha innalzato la soglia di accesso al Reddito di Inclusione al 66% dell’ISEE, escludendo di fatto tutti coloro che, pur trovandosi sotto tale soglia, non rientravano comunque nei criteri più restrittivi previsti per l’accesso (ad esempio, età inferiore a 60 anni o assenza di figli minori a carico).

Tale misura, se voleva giustamente sanare le molte storture del Reddito di cittadinanza, ha provocato di converso una situazione di grave disagio per molte famiglie, in particolare per quelle composte da persone di mezza età che, per via dell’età e delle difficoltà di reinserimento lavorativo, si trovano ad affrontare crescenti difficoltà economiche.

Premesso che:

    • Il Reddito di Inclusione (RdI) è stato introdotto con l’obiettivo di superare le criticità del Reddito di Cittadinanza (RdC), garantendo un sostegno adeguato alle persone in condizione di grave indigenza.
      Tuttavia, l’applicazione del RdI ha causato l’esclusione di numerose famiglie vicentine, in particolare quelle composte da persone sopra i 50 anni, che si trovano ora in una situazione di grave difficoltà economica e sociale.
      Le motivazioni alla base di tali esclusioni appaiono spesso ingiustificate e non in linea con i principi di equità e inclusione sociale che dovrebbero ispirare tale misura.
        Sembra inoltre che la procedura di valutazione delle domande presenti delle criticità che      ostacolano l’accesso al beneficio da parte di chi ne ha effettivamente bisogno.

Considerato che:

      • Il Comune di Vicenza ha il dovere di tutelare i cittadini più fragili e di garantire loro un sostegno adeguato per affrontare le difficoltà economiche.

L’esclusione dal RdI di un numero significativo di famiglie vicentine rischia di aggravare        la povertà e l’esclusione sociale, con gravi conseguenze per il benessere individuale e          collettivo.

Tutto ciò premesso

SI CHIEDE

all’Amministrazione, ed all’Assessore al Sociale in particolare,

    • Di fornire dati precisi sul numero di famiglie vicentine escluse dal RdI, disaggregati per fascia d’età e altri parametri significativi.
      Di chiarire le motivazioni alla base delle esclusioni dal RdI, con particolare riferimento alle famiglie composte da persone sopra i 50 anni.
      Di illustrare le misure che l’Amministrazione intende adottare per garantire l’accesso al RdI a tutte le famiglie che ne hanno effettivamente diritto, anche semplificando le procedure di valutazione delle domande.
      Di valutare l’attivazione di misure di sostegno alternative per le famiglie escluse dal RdI, in attesa della risoluzione delle criticità del sistema.
      Quanti di questi cittadini abbiano comunque ricevuto un qualche tipo di sostegno economico da parte del Comune o di altri enti; quale sia l’ammontare medio del contributo eventualmente erogato a questi cittadini.

    Se sia vero che tra gli esclusi dal Reddito di Inclusione ci sono circa 50 persone senza          lavoro.

Si presenta di seguito una proposta di mozione che impegna il Sindaco e la Giunta ad attivarsi per le misure sopracitate.

Raffaele Colombara
Consigliere comunale

Lista “Per una Grande Vicenza”
Comune di Vicenza

Mozione

Il Consiglio Comunale impegna il Sindaco e la Giunta a:

      • Adottare tutte le misure necessarie per garantire l’accesso al Reddito di Inclusione a tutte le famiglie vicentine che ne hanno effettivamente diritto, anche semplificando le procedure di valutazione delle domande.
        Valutare l’attivazione di misure di sostegno alternative per le famiglie escluse dal RdI, in attesa della risoluzione delle criticità del sistema.

Promuovere un confronto con le organizzazioni del terzo settore e con le realtà                  associative che operano nel campo dell’assistenza sociale per individuare soluzioni              concrete ai problemi emersi.

Vicenza, 4 Maggio 2024

Raffaele Colombara
Consigliere comunale

Lista “Per una Grande Vicenza”
Comune di Vicenza