Ipab per i minori di Vicenza, Mario Zocche: “presentata la propria nuova ‘corporate identity’ adattata alle attuali esigenze”

IPAB per i Minori di Vicenza, voluta nel 2013 dall’Amministrazione di Achille Variati attraverso la fusione di quattro Opere Pie di secolare esistenza, presenta la propria nuova ‘corporate identity‘ adattata alle attuali esigenze e costruita attorno ad una nuova immagine coordinata e ad una brochure informativa e promozionale. “IPAB per i Minori persegue un impegno antico, anche storicamente rilevante in chiave filantropica, ma sempre attuale e per il quale sono oggi necessari nuovi strumenti di comunicazione.” Con queste parole il Presidente di IPAB per i Minori, Mario Zocche, presenta la nuova immagine che accompagnerà la comunicazione dell’Ente per presentare la grande varietà di progetti realizzati e da promuovere a favore dei minori della città.

Crediamo che la nuova immagine – prosegue il prof. Zocche – ben interpreti la ricchezza, la freschezza, l’attualità ma anche l’efficacia delle proposte di IPAB per i Minori: tra i capelli del ‘volto di copertina’ si ritrovano i temi del gioco, dell’educazione, della socialità, dello studio, degli affetti, delle relazioni, dello sport; temi sui quali IPAB per i Minori opera quotidianamente per prevenire il disagio e per sostenere le famiglie e i più piccoli nostri concittadini in situazioni di povertà non solo economica ma anche relazionale, educativa e formativa.”

L’immagine, predisposta dalla società NWH srl di Arcugnano (VI) attraverso un accurato studio sulle attività dell’Ente, ha dato forma ad una brochure promozionale che verrà utilizzata per l’informazione e la promozione dei progetti di IPAB per i Minori di Vicenza.

Nella nostra società, pur così in crisi di identità – prosegue il Presidente Zocche – la famiglia resta ancora il luogo dove le diverse generazioni si incontrano, dove tutti imparano o dovrebbero imparare a condividere le risorse disponibili all’interno di una più accentuata pratica di sussidiarietà tra Ente Pubblico e la ricca realtà di volontariato esistente, dove le singole persone sono naturalmente portate a cercare e offrire aiuto reciproco. In alcuni casi, però, i legami familiari sono disturbati o non funzionano. Quando le tensioni provocate da problemi economici, malattia, disabilità, dipendenza si accumulano, la famiglia può sentirsi spaventata dalla sua stessa fragilità. E’ fatale purtroppo che la famiglia, non trovando al suo interno le risorse per reagire, possa precipitare in una condizione di disagio sociale conclamato. E il minore inserito in una famiglia che, per condizioni oggettive o personali, non riesca a gestire la propria vita con sufficiente autonomia, si trova esposto al rischio di vedere compromesso il proprio percorso educativo per la ridotta capacità degli adulti di prestare attenzione e cure adeguate ai suoi bisogni di crescita.
IPAB per i Minori di Vicenza, soprattutto attraverso il progetto annuale “Una rete per i Minori” intende operare nell’attivazione di azioni sostitutive o complementari, in cui ogni realtà, con la sua specifica vocazione, (ente, associazione, parrocchia, gruppo di volontariato, comitato) può farsi luogo di incontro e di aiuto, per accogliere e sostenere l’inclusione e lo sviluppo delle potenzialità del minore e così aiutare il nucleo familiare in difficoltà a recuperare la propria iniziativa, a ritrovare la forza per svolgere le funzioni che storicamente e socialmente gli sono riconosciute.”

Prof. Mario Zocche, presidente IPAB per i Minori di Vicenza