La Bielorussia grazia il blogger dell’opposizione arrestato dopo l’atterraggio forzato dell’aereo

535
bielorussia

Roman Protasevich, un blogger dissidente arrestato nel 2021 dopo che le autorità della Bielorussia avevano costretto il suo volo a deviare dalla rotta e ad atterrare a Minsk, è stato graziato.

Protasevich è stato co-fondatore di Nexta, un influente canale Telegram che è stato una delle principali fonti di notizie sulle proteste dell’opposizione contro il presidente Alexander Lukashenko scoppiate dopo le elezioni presidenziali del 2020.

L’ondata di manifestazioni senza precedenti ha travolto la Bielorussia dopo che le autorità hanno affermato che Lukashenko, al potere dal 1994, ha vinto con una vittoria schiacciante contro la principale rivale dell’opposizione Svetlana Tikhanovskaya, nonostante un voto inficiato dai brogli.

Nexta ha condiviso informazioni e video di brutali repressioni e a volte è stata una delle poche fonti di informazione disponibili tra le limitazioni di Internet da parte del governo. Le attività online di Protasevich hanno indispettito le autorità bielorusse e centinaia di altri esponenti dell’opposizione sono fuggiti dal Paese mentre i funzionari reprimevano aggressivamente i disordini e iniziavano un’ampia campagna di caccia agli attivisti.

Nel maggio 2021, Protasevich era in viaggio da Atene a Vilnius, in Lituania, su un volo Ryanair con la sua ragazza. Il volo è stato deviato ed è atterrato a Minsk, la capitale bielorussa, dopo che le autorità locali hanno inventato che ci fosse una bomba a bordo.

All’arrivo, Protasevich è stato immediatamente arrestato, mentre l’Unione Europea ha condannato l’atto come “dirottamento” e ha vietato i voli sullo spazio aereo bielorusso.

Fonte: The Vision